Archivio per categoria:"News"

SIMEST. Finanziamento a fondo perduto e finanziamento a tasso agevolato per la partecipazione a fiere e mostre
in News
Il bando prevede progetti su nuovi mercati internazionali, attraverso la partecipazione a fiere, mostre e missioni di sistema, grazie alle risorse dell'Unione Europea - NextGenerationEU - a valere sul Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR), supportando le PMI nei processi di internazionalizzazione e di transizione digitale ed ecologica.  Per le PMI con sede operativa, da almeno 6 mesi, in una regione del Sud Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) possono richiedere una quota di co-finanziamento a fondo perduto più elevato, fino a un massimo del 40%, nel limite di agevolazioni pubbliche complessive concesse in regime de minimis. Alle PMI del Sud Italia è inoltre riservato il 40% della dotazione complessiva del Fondo 394 (Riserva Sud), ossia 480 milioni di euro. Dal 21 ottobre si potranno pre-caricare il modulo di domanda firmato digitalmente. Il 28 ottobre alle ore 09.30 si aprirà il Portale operativo per la ricezione delle domande di finanziamento.

ISMEA INVESTE – BANDO PER INTERVENTI FINANZIARI A CONDIZIONI DI MERCATO
in News
Obiettivi Sostenere finanziariamente i progetti di sviluppo delle imprese del settore agricolo e agroalimentare.   A chi si rivolge Società di capitali, anche in forma cooperativa, finanziariamente sane: che operano nella produzione agricola primaria, nella trasformazione di prodotti agricoli e nella commercializzazione di prodotti agricoli, compresi nell'Allegato I del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea; che operano nella produzione di beni prodotti nell'ambito delle relative attività agricole, individuati ai sensi dell'art. 32, comma 2, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917; partecipate almeno al 51 per cento da imprenditori agricoli, cooperative agricole a mutualità prevalente e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente, ovvero le cooperative i cui soci siano in maggioranza imprenditori agricoli, che operano nella distribuzione e nella logistica, anche su piattaforma informatica, dei prodotti agricoli compresi nell'Allegato I del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea.   Cosa finanzia Progetti di sviluppo o consolidamento nei settori della produzione agricola, della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e alimentari, nonché nella distribuzione e nella logistica, con un ammontare di investimenti materiali e/o immateriali non inferiori a 4 milioni di euro.   Tipologia ed entità degli interventi finanziari Gli interventi finanziari a condizioni di mercato sono effettuati dall’ISMEA nella forma di equity, quasi equity, prestiti obbligazionari o strumenti finanziari partecipativi. L’intervento a condizione di mercato è compreso tra un minimo di 2 milioni di euro e un massimo di 20 milioni di euro e non potrà essere superiore all’apporto da parte dei privati, in modo da garantire che ISMEA operi come socio di minoranza.  

SIMEST. Finanziamento a fondo perduto e finanziamento a tasso agevolato per la partecipazione a fiere e mostre
in News
Descrizione completa del bando Il bando persegue l'obiettivo di promuovere il business delle imprese italiane su nuovi mercati internazionali, attraverso la partecipazione a fiere, mostre e missioni di sistema. Soggetti beneficiari Tutte le PMI aventi sede legale in Italia, anche costituite in forma di "Rete Soggetto", le MidCap e le Grandi Aziende che hanno depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativo a un esercizio completo. Sono in ogni caso escluse le Società classificate con i seguenti codici ATECO 2007: SEZIONE A – Agricoltura, Silvicoltura e Pesca; Tipologia di interventi ammissibili Sono ritenute ammissibili le spese relative alla partecipazione a fiere, mostre e missioni/eventi la cui data di inizio è successiva alla data di presentazione della domanda di finanziamento organizzate anche virtualmente, per promuovere l’attività nei mercati esteri (in Paesi Extra UE ed UE) o in Italia (solo per eventi di carattere internazionale). Le spese che possono essere finanziate riguardano: i costi di iscrizione con relativi oneri e diritti fissi obbligatori spese per area espositiva spese logistiche spese promozionali spese per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra. Entità e forma dell'agevolazione L'importo massimo finanziabile è di massimo Massimo € 150.000 per ciascuna impresa. La durata complessiva del finanziamento è di 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento e 3 di rimborso del capitale. Il contributo a fondo perduto massimo è del 25% integrato di un finanziamento a tasso agevolato fino a coprire l’intero investimento. Il tasso agevolato è pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.   Scadenza Riapertura bando a decorrere dalle ore 9,30 del 28 ottobre 2021. Le domande dovranno essere presentate entro le ore 18,00 del giorno 3 dicembre 2021, salvo eventuale chiusura anticipata per esaurimento delle risorse.

OCM -Promozione Paesi Terzi 2021/2022
in News
Soggetti beneficiari   A.      Organizzazioni professionali, purché abbiano tra i loro scopi la promozione dei prodotti agricoli; B.      Le organizzazioni di produttori di vino C.       Le associazioni di organizzazioni di produttori di vino come definite dall’art.156 del regolamento D.      Organizzazioni interprofessionali riconosciute E.       Consorzi di tutela, riconosciuti ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo n.61 del 8 aprile 2010 e le loro associazioni e federazioni; F.       Produttori di vino; G.      I soggetti pubblici, con comprovata esperienza nel settore del vino  e della promozione dei prodotti agricoli H.      Le associazioni , anche temporanee di impresa e di scopo tra i soggetti di cui alle lettere precedenti; I.         I consorzi , le associazioni, le federazioni e le società cooperative J.        Le reti d’impresa composte da produttori di vino   Prodotti       La promozione riguarda tutte le categorie di vini a denominazione d’origine protetta, i vini ad indicazione geografica, nonché i vini spumante aromatici di qualità     Contributo  richiedibile   I soggetti proponenti di cui sopra  alle lett. F)H)I)J) per poter presentare domanda devono avere nella voce di scarico del vino imbottigliato/confezionato” estratto dalla giacenza  alla chiusura del 31/07/2020 un quantitativo di vino confezionato /imbottigliato  pari ad almeno 75.000 litri Nel caso di soggetti proponenti di cui sopra  alle lett. H)I)J) per poter presentare domanda ciascun soggetto partecipante produttore di vino devono avere nella voce di scarico del vino imbottigliato/confezionato” estratto dalla giacenza  alla chiusura del 31/12/2018 un quantitativo di vino confezionato /imbottigliato  pari ad almeno 150.000 litri I soggetti proponenti di cui sopra  alle lett. H)I)J) per ciascun soggetto partecipante come produttore di vino lettera F) che appartengono alla categoria delle medie e grandi imprese, il contributo massimo richiedibile è pari al 5% del valore del fatturato globale riportato nell’ultimo bialncio Nel caso i soggetti proponenti di cui sopra alle lett. H)I)J) per ciascun soggetto partecipante come produttore di vino (lettera F) che appartengono alla categoria  delle piccole e micro imprese, il...

Leggi tutto
GRUPPO DI AZIONE LOCALE SUD – EST BARESE S.c.a.r.l. Intervento 1.1 “Aiuti all’avviamento di imprese” Intervento 1.2 “Investimenti nelle creazione e sviluppo di attività extra-agricole”
in News
OBIETTIVI E FINALITA’ Il presente Avviso si compone di due differenti tipologie di interventi: Intervento 1.1 “Aiuti all’avviamento di imprese” che si propone di sostenere – attraverso la concessione di un premio all’avviamento - la creazione di nuove microimprese e piccole imprese che avviino attività extra-agricole; 2 “Investimenti nella creazione e sviluppo di attività extra-agricole” che si propone di sostenere lo sviluppo di microimprese e piccole imprese di attività extra-agricole che hanno fatto richiesta del premio all’avviamento di cui all’intervento 1.1.   LOCALIZZAZIONE Gli interventi devono ricadere nei seguenti comuni: Acquaviva delle Fonti, Adelfia, Bitritto, Casamassima, Conversano, Mola di Bari, Noicattaro, Polignano a Mare e Rutigliano.   SOGGETTI BENEFICIARI micro-imprese o piccole impresecostituite da non più di 6 mesi ed inattive. Persone fisiche delle aree ruraliche avviano attività extra agricole e che si costituiscono in impresa in una delle seguenti forme giuridiche: ditta individuale, società in nome collettivo, società in accomandita semplice, società cooperative, società a responsabilità limitata (ordinaria, semplificata, unipersonale).   TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Sono ammissibili le iniziative di imprese in grado di fornire i seguenti servizi/prodotti: Servizi turistici, culturali, ricreativi, di intrattenimento, per l’integrazione sociale in genere, di manutenzione ambientale o per la fruizione di aree naturali. Attività commerciali legate ai prodotti della tradizione del territorio. Attività artigianali per la produzione di prodotti con particolare riguardo alle attività artigianali dirette a conservare o recuperare prodotti della tradizione del territorio. Servizi educativi e didattici per attività ludiche e di aggregazione destinati a diverse fasce di età. Servizi innovativi inerenti le attività informatiche e le tecnologie di informazione e comunicazione a supporto della popolazione e delle imprese del territorio.   Le spese ammissibili all’intervento 1.2 sono le seguenti: Ristrutturazione, recupero, riqualificazione e adeguamento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento dell’attività. Acquisto di nuovi macchinari, impianti, attrezzature e mobilio da destinare allo svolgimento degli interventi di progetto. Acquisto di HW e SW strettamente funzionale alla gestione delle attività extra-agricole. Realizzazione...

Leggi tutto
ISMEA – Più Impresa – Imprenditoria giovanile e femminile in agricoltura
in News
REQUISITI DEL SOGGETTO PROPONENTE Ditta individuale agricola o Società agricola in possesso dei seguenti requisiti: Composta da giovani di età compresa tra i 18 e i 41 anni non compiuti oppure composta esclusivamente da donne di qualsiasi età; Costituita da non più di 6 mesi (con azienda cedente attiva da almeno due anni) oppure attiva da almeno due anni. N.B. In caso di Società: la maggioranza numerica dei soci e delle quote di partecipazione deve essere in capo ai giovani oppure a sole donne.   INVESTIMENTI FINANZIABILI Progetti di sviluppo nei settori della produzione agricola, della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e della diversificazione del reddito agricolo (agriturismo, masseria didattica ecc.) A titolo esemplificativo e non esaustivo: - realizzazione nuovi impianti arborei; - acquisto macchinari e attrezzature agricole; - realizzazione/ristrutturazione di immobili per la lavorazione/conservazione/stoccaggio di prodotti agricoli; - acquisto di impianti per la lavorazione/conservazione di prodotti agricoli; - realizzazione/ammodernamento di fabbricati ad uso zootecnico.   MASSIMALI DI INTERVENTO Euro 1.500.000 Iva esclusa N.B. Per le attività di agriturismo e le altre attività di diversificazione del reddito agricolo saranno concesse agevolazioni in regime de minimis nel limite massimo di euro 200.000.   CONTRIBUTO PUBBLICO 35% FONDO PERDUTO 60% MUTUO A TASSO ZERO della durata minima di 5 anni e massima di 15 anni. N.B. L'impresa beneficiaria deve fornire garanzie di valore pari al 100 per cento del mutuo agevolato concesso, anche acquisibili nell'ambito degli investimenti da realizzare, per una durata almeno pari a quella del mutuo agevolato concesso dall'ISMEA. Sono ammissibili: garanzie ipotecarie di primo grado su beni oggetto di agevolazioni, oppure su altri beni della beneficiaria o di terzi; in alternativa o in aggiunta all'ipoteca, fideiussione bancaria o assicurativa a prima richiesta.   MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA Procedura a sportello già attiva. N.B. Le domande di accesso sono esaminate secondo l'ordine cronologico di presentazione.

COMUNICAZIONE – Titolo II “Ordinario” (attività artigianali, industriali, commerciali e servizi)
in News
Spett.le Impresa, si comunica che, con l’imminente pubblicazione delle modifiche al Bando Titolo II “Ordinario” della Regione Puglia, le farmacie potranno richiedere un’agevolazione “contributo a fondo perduto” per la realizzazione di progetti di investimento (nuove attività, ampliamento e/o ammodernamento).   Per ogni informazione, contattare il numero 0883/534045 oppure via e-mail info@cassandro.it

COMUNICAZIONE – Titolo II “Ordinario” (attività artigianali, industriali, commerciali e servizi) e Titolo II “Turismo“ (strutture turistico ricettive, lidi balneari, impianti sportivi, ecc.)
in News
Spett.le Impresa, si comunica che a breve saranno pubblicate le modifiche al Bando Titolo II “Ordinario” (attività artigianali, industriali, commerciali e servizi) e Titolo II “Turismo“ (strutture turistico ricettive, lidi balneari, impianti sportivi, ecc.) della Regione Puglia che prevedono, per le spese di investimento da realizzare  un maggior contributo a fondo perduto per le piccole e medie imprese. Per ogni informazione, contattare il numero 0883/534045 oppure via e-mail info@cassandro.it

Mise, 5 milioni a sostegno industria tessile, moda e accessori
in News
E' stato pubblicato il decreto del ministro dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, che amplia le attività dell'industria del tessile, della moda e degli accessori che potranno richiedere contributi a fondo perduto a sostegno di investimenti nel design, nell'innovazione e nella valorizzazione dei prodotti del made in Italy. Lo rende noto il Mise in una nota nella quale indica che per l'incentivo sono stanziati 5 milioni di euro, al fine di favorire progetti d'investimento da realizzare dalle imprese del settore negli stabilimenti presenti sul territorio nazionale.In particolare, potranno essere agevolati i progetti che favoriscono l'innovazione dei processi produttivi attraverso l'acquisto e l'installazione di nuovi macchinari, programmi informatici e licenze software, nonché la creazione e l'utilizzo di tessuti innovativi derivanti anche da fonti rinnovabili e dal riciclo di materiali usati. L'incentivo mira, inoltre, a supportare gli investimenti delle imprese nel design e nella tutela dei brevetti, ma anche nella formazione dei lavoratori. Il contributo a fondo perduto verrà concesso alle imprese beneficiarie nella misura del 50% delle spese sostenute e ammissibili, che dovranno essere complessivamente non inferiori 50 mila euro e non superiori a 200 mila euro.I termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione, conclude infine la nota, verranno definite a breve con un provvedimento ministeriale.

Contratti di sviluppo: 130 milioni per programmi di investimento nel settore turismo
in News
E’ stato pubblicato un decreto di modifica dei Contratti di Sviluppo che prevede una  nuova tipologia la quale riguarda programmi che prevedono attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli congiuntamente ad investimenti finalizzati alla creazione, alla ristrutturazione e all’ampliamento di strutture idonee alla ricettività e all’accoglienza dell’utente, finalizzati all’erogazione di servizi di ospitalità connessi alle attività di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli. Gli investimenti funzionali all’erogazione di servizi di ospitalità devono essere realizzati dai medesimi soggetti, proponente o aderenti, che realizzano i progetti concernenti la trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli. Gli investimenti concernenti le attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli devono rispettare i seguenti limiti dimensionali: - investimento minimo complessivo: non inferiore a 7,5 milioni di euro; - investimento minimo soggetto proponente: non inferiore a 3 milioni di euro; - investimento minimo soggetto aderente: non inferiore a 1,5 milioni di euro. Il contributo a fondo perduto è pari al 50%. Non sono invece previsti limiti minimi per gli investimenti turistici. Gli investimenti relativi all’attività di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, tuttavia, deve risultare di dimensione significativa rispetto agli investimenti previsti per la ricettività e l’accoglienza, anche con riferimento agli effetti economici derivanti complessivamente dalle diverse componenti del programma di investimento.    

Result 1 - 10 of 545

  Archivio