News

Ultime News

REGIONE ABRUZZO – P.S.R. 2014/2022 SOTTOMISURA 4.1 – TIPOLOGIA DI INTERVENTO 4.1.1. INTERVENTO 1 “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole finalizzati al miglioramento della redditività”
in News
Soggetti beneficiari: gli agricoltori singoli, gli agricoltori associati in forma societaria Costi ammissibili: decorrono dalla data successiva alla presentazione della domanda di sostegno Investimenti per opere edili e per interventi strutturali Realizzazione di miglioramenti fondiari; Costruzioni e/o ristrutturazioni degli immobili produttivi aziendali; Realizzazione e ristrutturazione delle strutture di stoccaggio finalizzate anche al miglioramento della qualità del prodotto; Realizzazione e ristrutturazione di strutture ed impianti per la produzione di energia per consumo aziendale e basata sull’impiego di fonti rinnovabili per la copertura dei fabbisogni energetici delle attività produttive aziendali; Realizzazione di Investimenti di miglioramento dell’efficienza energetica di impianti ed immobili produttivi; Realizzazione di Investimenti volti a proteggere le coltivazioni dagli effetti negativi degli eventi meteorici estremi; Realizzazione e razionalizzazione di strutture ed impianti per lo stoccaggio dei trattamenti dei reflui provenienti dall’attività aziendale – impianti per il trattamento delle acque di scarico aziendali derivanti dalle attività di trasformazione del prodotto; realizzazione di investimenti immateriali connessi ai cicli produttivi aziendali: acquisizione o sviluppo di programmi informatici; acquisto di terreni non edificati ed edificati, solo se funzionali alla realizzazione delle operazioni ed entro il limite del 10% dell’investimento ammissibile al netto della specifica voce di spesa e delle spese generali; spese generali, comprensive delle spese tecniche, collegate agli investimenti di cui ai punti precedenti, nel limite massimo del 4%, elevato all’8% per lavori/opere edili. Acquisto di macchinari e attrezzature (solo nel caso in cui siano parte di un progetto che preveda la realizzazione di investimenti per opere edili e per interventi strutturali) Acquisto di macchinari e attrezzature funzionali alla realizzazione del piano di sviluppo aziendale; Acquisto e installazione di macchinari per la trasformazione, la commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli di cui all’Allegato I del Trattato; Acquisto di attrezzature finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale dell’agricoltura sulla conservazione del suolo (agricoltura conservativa, agricoltura di precisione); Realizzazione di investimenti immateriali connessi ai cicli produttivi aziendali: acquisizione o sviluppo di programmi...

Leggi tutto
ISMEA – ACQUISTO TERRENI DA PARTE DI GIOVANI AGRICOLTORI
in News
Cosa finanzia: l'acquisto di terreni agricoli A chi si rivolge: La misura è rivolta esclusivamente a GIOVANI (soggetti con età inferiore a 41 anni al momento della presentazione della domanda) prevede quattro tipologie diverse di beneficiari: Giovani che sono già titolari di una azienda agricola da almeno due anni alla data di presentazione della domanda e che intendono ampliarla attraverso l’acquisto di un terreno, confinante o funzionalmente utile con la superficie già facente parte dell'azienda agricola; Giovani che sono già titolari di una azienda agricola da almeno due anni alla data di presentazione della domanda e che intendono ampliarla attraverso l’acquisto di un terreno già condotto in comodato/affitto, da almeno due anni alla data di presentazione della domanda. Giovani che intendono insediarsi per la prima volta in agricoltura acquistando terreni agricoli e che possiedono da almeno due anni almeno uno dei seguenti requisiti: iscrizione all’INPS in qualità di coadiuvante agricolo; iscrizione alla gestione dei lavoratori autonomia agricoli INPS; iscrizione alla gestione separata INPS in qualità di amministratore/collaboratore; iscrizione alla gestione dei lavoratori dipendenti INPS come dirigente, quadro, impiegato agricolo o operaio agricolo; iscrizione alla gestione separata ENPAIA per i periti agrari o per gli agrotecnici; iscrizione all’ EPAP per i dottori agronomi e forestali. Giovani che intendono insediarsi per la prima volta in agricoltura acquistando terreni agricoli e che possiedono almeno uno dei seguenti requisiti: diploma rilasciato da istituto tecnico agrario e professionale per l’agricoltura laurea triennale o magistrale     Intervento finanziario massimo 1.500.000 euro per le tipologie di beneficiari n.1,n.2,n.3 500.000 euro per la tipologia di beneficiari n. 4   Agevolazione Finanziamento a 30 anni di cui al massimo 2 di preammortamento alle seguenti condizioni: tasso fisso o variabile, ancorato ai valori di mercato e dipendente dal rischio rilevato; 50% degli oneri notarili a carico del beneficiario; 500 euro rimborso spese istruttoria a carico del beneficiario.   Premio di primo insediamento I beneficiari rientranti nelle tipologie n. 3 e n. 4 possono accedere al premio...

Leggi tutto
Invitalia – investimenti di importo compreso tra 500.000,00 euro e 10 milioni di euro nei settori turistici
in News
A partire dal 1 marzo 2023 è possibile presentare domanda di aiuto inerente il nuovo bando ministeriale gestito da Invitalia, che agevola investimenti di importo compreso tra 500.000,00 euro e 10 milioni di euro, nei seguenti settori turistici: • alberghi • agriturismi • strutture ricettive all’aria aperta • imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale • stabilimenti balneari • complessi termali • porti turistici • parchi tematici, inclusi quelli acquatici e faunistici Sono agevolabili interventi di: • riqualificazione energetica • riqualificazione antisismica • eliminazione delle barriere architettoniche • manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, installazione di manufatti leggeri • realizzazione di piscine termali (solo per gli stabilimenti termali) • digitalizzazione • acquisto o rinnovo di arredi Copertura finanziaria pari al 100% del programma ammissibile. I progetti devono essere realizzati entro il 31 dicembre 2025.

NOTA INFORMATIVA Regione Puglia P.S.R. 2014-2020 – Sottomisura 6.4. “ Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole” – AGRITURISMO
in News
  Obiettivi Sostenere la diversificazione aziendale in attività extra-agricole quali: – Agriturismo; – Masseria didattica; – Fattoria sociale; – Produzione e vendita di energia prodotta da biomassa limitata alla potenza di 1MW. Localizzazione interventi Tutto il territorio della Regione della Puglia ad esclusione delle zone classificate come “Aree urbane e periurbane”. Soggetti beneficiari Imprenditori agricoli di cui all’art. 2135 del c.c. Investimenti e Costi ammissibili • Ammodernamento di locali preesistenti ivi compresi modesti ampliamenti nel limite massimo del 20% della volumetria esistente; N.B. I modesti ampliamenti si riferiscono esclusivamente ai vani tecnici ed a quelli adibiti a servizi • Acquisto di impianti, attrezzature e arredi; • Realizzazione di strutture accessorie funzionali all’esercizio dell’attività agrituristica comprese le piscine; • Realizzazione di nuovi impianti e acquisto di attrezzature per la produzione di energia da biomassa con potenza massima di 1 MW; • Spese generali. Volume degli Investimenti ed aliquote di Aiuto Limite minimo = € 30.000,00. Limite massimo = € 400.000,00. Aliquota di aiuto = 50% “a fondo perduto”  

ISMEA – ACQUISTO TERRENI DA PARTE DI GIOVANI AGRICOLTORI
in News
Cosa finanzia: acquisto di terreni agricoli A chi si rivolge: La misura è rivolta esclusivamente a GIOVANI (soggetti con età inferiore a 41 anni al momento della presentazione della domanda) prevede quattro tipologie diverse di beneficiari: 1. Giovani che sono già titolari di una azienda agricola da almeno due anni alla data di presentazione della domanda e che intendono ampliarla attraverso l’acquisto di un terreno, confinante o funzionalmente utile con la superficie già facente parte dell'azienda agricola; 2. Giovani che sono già titolari di una azienda agricola da almeno due anni alla data di presentazione della domanda e che intendono ampliarla attraverso l’acquisto di un terreno già condotto in comodato/affitto, da almeno due anni alla data di presentazione della domanda. 3. Giovani che intendono insediarsi per la prima volta in agricoltura acquistando terreni agricoli e che possiedono da almeno due anni almeno uno dei seguenti requisiti: a. iscrizione all’INPS in qualità di coadiuvante agricolo; b. iscrizione alla gestione separata INPS in qualità di amministratore/collaboratore; c. iscrizione alla gestione dei lavoratori dipendenti INPS come dirigente, quadro, impiegato agricolo o operaio agricolo; d. iscrizione alla gestione separata ENPAIA per i periti agrari o per gli agrotecnici; e. iscrizione all’ EPAP per i dottori agronomi e forestali. N.B. I suindicati requisiti devono essere maturati con continuità e da non più di cinque anni dalla data di presentazione della domanda. 4. Giovani che intendono insediarsi per la prima volta in agricoltura acquistando terreni agricoli. Intervento finanziario massimo  1.500.000 euro per le tipologie di beneficiari n.1,n.2,n.3  500.000 euro per la tipologia di beneficiari n. 4 Agevolazione Finanziamento a 30 anni di cui al massimo 2 di preammortamento alle seguenti condizioni:  tasso fisso o variabile, ancorato ai valori di mercato e dipendente dal rischio rilevato;  50% degli oneri notarili a carico del beneficiario;  500 euro rimborso spese istruttoria a carico del beneficiario. Premio di primo insediamento I beneficiari rientranti nelle tipologie n. 3 e n....

Leggi tutto
Informativa OCM – investimenti 2022/2023 Regione Abruzzo
in News
  SOGGETTI BENEFICIARI     Microimprese, Piccole e Medie imprese, la cui attività sia: a)    produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da essi stessi ottenute, acquistate e conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione b)    produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenute, acquistati o conferiti dai soci, anche ai fini della sua commercia-lizzazione; c)    affinamento e/o confezionamento del vino conferito da soci, anche ai fini della sua commercializzazione; Sono escluse dal contributo le imprese che effettuano la solo attività di commercializzazione dei prodotti oggetto del sostegno.   ATTIVITA’ AMMISSIBILI   Sono ammissibili le seguenti azioni ·     Produzione di prodotti vitivinicoli (dalla lavorazione delle uve all’imbottigliamento e all’etichettatura di vino in cantina) ·     Controllo di qualità, realizzazione e adeguamento laboratori di analisi ·     Marketing dei prodotti vitivinicoli: ristrutturazione ammodernamento  locali adibiti alla vendita enoteche e show room     INTENSITÀ D’AIUTO Il sostegno per gli investimenti materiali o immateriali realizzati da micro, piccole o medie imprese è erogato nel limite massimo del 40% delle spese ammesse a finanziamento. L’importo minimo di spesa è pari ad: ·       euro 10.000,00 per Imprese Singole (Ditte Individuali e Società) ·       euro 20.000,00 per Imprese Associate (Soc. Cooperative) L’importo massimo di spesa è pari ad euro : ·       euro 600.000,00 per Imprese Singole (Ditte Individuali e Società) ·       euro 800.000,00 per Imprese Associate (Soc. Cooperative Agr.)   SCADENZA Le domande di aiuto devono essere presentate entro e non oltre il 15.novembre

Interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo agricolo ed agroindustriale
in News
Gli interventi ammissibili all’agevolazione, da realizzare sui tetti di fabbricati strumentali all’attività agricola, zootecnica e agroindustriale, devono prevedere l’installazione di impianti fotovoltaici, con potenza di picco non inferiore a 6 kWp e non superiore a 500 kWp. Spesa massima ammissibile per singolo impianto è pari a euro 750.000,00 (euro settecentocinquantamila/00), Unitamente a tale attività, possono essere eseguiti uno o più dei seguenti interventi di riqualificazione ai fini del miglioramento dell’efficienza energetica delle strutture: e) rimozione e smaltimento dell’amianto dai tetti, in conformità alla normativa nazionale di settore vigente: tale procedura deve essere svolta unicamente da ditte specializzate, iscritte nell’apposito registro; f) realizzazione dell’isolamento termico dei tetti: la relazione tecnica del professionista abilitato dovrà descrivere e giustificare la scelta del grado di coibentazione previsto in ragione delle specifiche destinazioni produttive del fabbricato; g) realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria): la relazione del professionista dovrà dare conto delle modalità di aereazione previste in ragione della destinazione produttiva del fabbricato; a ogni modo, il sistema di areazione dovrà essere realizzato mediante tetto ventilato e camini di evacuazione dell’aria.               Per la realizzazione di impianti fotovoltaici: acquisto e posa di moduli fotovoltaici, inverter, software di gestione, ulteriori componenti di impianto; sistemi di accumulo; fornitura e messa in opera dei materiali necessari alla realizzazione degli interventi; costi di connessione alla rete; fino a un limite massimo di euro 1.500,00/Kwp per l’installazione dei pannelli fotovoltaici, e fino ad ulteriori euro 1.000,00/Kwh ove siano installati anche sistemi di accumulo. In ogni caso, il contributo complessivo corrisposto per i sistemi di accumulo non può eccedere euro 50.000,00. Per la rimozione e smaltimento dell’amianto, ove presente, e l’esecuzione di interventi di realizzazione o miglioramento dell’isolamento termico e della coibentazione dei tetti e/o di realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria): demolizione e ricostruzione delle coperture e fornitura...

Leggi tutto
Misura 3.2 Sostegno per attività di informazione e promozione svolte da associazioni di Produttori nel mercato interno
in News
  La Misura concede un aiuto per la realizzazione di attività di informazione e promozione finalizzate ad indurre i consumatori all’acquisto dei prodotti agricoli o delle derrate alimentari che rientrano nei sistemi di qualità alimentare così come definiti nella misura 3 del PSR 20014-2020 della Regione Puglia.     Soggetti Beneficiari I beneficiari della presente Sottomisura sono le Associazioni di Produttori che riuniscono operatori attivi in uno o più regimi di qualità, costituite in qualsiasi forma giuridica (comprendenti anche l’industria) come definito nel capitolo 8.1 del PSR Puglia 2014-2022 e di seguito riportate:   a. Consorzi di tutela dei prodotti agricoli e agroalimentari a denominazione riconosciuta ai sensi del Regolamento CE n. 1151/2012; b. Consorzi di tutela dei vini a denominazione riconosciuta ai sensi dei Regolamenti CE n.1234/2007 e 1508/2013 in materia di organizzazione comune del mercato unico OCM e s.m. i.; c. Consorzi costituiti, ai sensi dell’art. 2602 e seguenti del Codice civile, con almeno 9 operatori attivi intesi come imprese di produttori e operatori biologici ai sensi del Regolamento CE n. 848/2018; d. Consorzi di Cooperative costituiti, ai sensi dell’art. 2602 e seguenti del Codice civile, con almeno 3 cooperative di produttori che si qualificano quali operatori attivi; e. Associazioni costituite, ai sensi dell’art. 14 e seguenti del Codice civile, con almeno 9 operatori attivi; f. Cooperative agricole costituite, ai sensi dell’art. 2511 e seguenti del Codice civile e delle leggi speciali, con almeno 9 operatori attivi; g. Associazioni Temporanee di Imprese (ATI) e Associazioni Temporanee di Scopo (ATS) legalmente costituite con atto scritto stipulato presso un notaio fra almeno 2 dei soggetti elencati nelle precedenti lettere da a) a f); h. Associazioni temporanee di imprese (ATI), associazioni temporanee di scopo (ATS) e reti di imprese legalmente costituite con atto scritto stipulato presso un notaio con almeno 9 operatori attivi; i. Reti di imprese costituite ai sensi della L. 9 aprile 2009,...

Leggi tutto
ISMEA – ACQUISTO TERRENI DA PARTE DI GIOVANI AGRICOLTORI
in News
Cosa finanzia: l'acquisto di terreni agricoli A chi si rivolge: La misura è rivolta esclusivamente a GIOVANI (soggetti con età inferiore a 41 anni al momento della presentazione della domanda) prevede quattro tipologie diverse di beneficiari: Giovani che sono già titolari di una azienda agricola da almeno due anni alla data di presentazione della domanda e che intendono ampliarla attraverso l’acquisto di un terreno, confinante o funzionalmente utile con la superficie già facente parte dell'azienda agricola; Giovani che sono già titolari di una azienda agricola da almeno due anni alla data di presentazione della domanda e che intendono ampliarla attraverso l’acquisto di un terreno già condotto in comodato/affitto, da almeno due anni alla data di presentazione della domanda. Giovani che intendono insediarsi per la prima volta in agricoltura acquistando terreni agricoli e che possiedono da almeno due anni almeno uno dei seguenti requisiti: iscrizione all’INPS in qualità di coadiuvante agricolo; iscrizione alla gestione dei lavoratori autonomia agricoli INPS; iscrizione alla gestione separata INPS in qualità di amministratore/collaboratore; iscrizione alla gestione dei lavoratori dipendenti INPS come dirigente, quadro, impiegato agricolo o operaio agricolo; iscrizione alla gestione separata ENPAIA per i periti agrari o per gli agrotecnici; iscrizione all’ EPAP per i dottori agronomi e forestali. Giovani che intendono insediarsi per la prima volta in agricoltura acquistando terreni agricoli e che possiedono almeno uno dei seguenti requisiti: diploma rilasciato da istituto tecnico agrario e professionale per l’agricoltura laurea triennale o magistrale con indirizzo scientifico-tecnologico o di scienze economiche.   Intervento finanziario massimo 1.500.000 euro per le tipologie di beneficiari n.1,n.2,n.3 500.000 euro per la tipologia di beneficiari n. 4 Agevolazione Finanziamento a 30 anni di cui al massimo 2 di preammortamento alle seguenti condizioni: tasso fisso o variabile, ancorato ai valori di mercato e dipendente dal rischio rilevato; 50% degli oneri notarili a carico del beneficiario; 500 euro rimborso spese istruttoria a carico del beneficiario.   Premio di primo insediamento I beneficiari rientranti nelle tipologie n. 3...

Leggi tutto
Contratti di filiera settore della pesca e dell’acquacoltura
in News
Con decreto del 20/05/2022 sono stati definiti i criteri, le modalità e le procedure per l'attuazione dei Contratti di filiera settore pesca e acquacoltura.   Sono Soggetti proponenti del Contratto di filiera: le società cooperative e loro consorzi, i consorzi di imprese, le organizzazioni di produttori e le associazioni di organizzazioni di produttori ittici riconosciute ai sensi della normativa vigente, che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura; le organizzazioni interprofessionali, riconosciute ai sensi della normativa vigente che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura; gli enti pubblici; le società costituite tra soggetti che esercitano l’attività ittica e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione, purché almeno il 51% del capitale sociale sia posseduto da imprenditori ittici, cooperative e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente; le associazioni temporanee di impresa tra i Soggetti beneficiari, già costituite all’atto della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni; le reti di imprese che hanno già sottoscritto un Contratto di rete al momento della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni;   Sono Soggetti beneficiari delle agevolazioni del Contratto di filiera le Piccole e Medie Imprese (PMI), classificate nelle seguenti categorie: imprese che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura; le organizzazioni di produttori e le associazioni di organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente; le società costituite tra soggetti che esercitano l’attività ittica e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione, purché almeno il 51% del capitale sociale sia posseduto da imprenditori ittici, cooperative e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente. Il capitale delle predette società può essere posseduto, in misura non superiore al 10%, anche da grandi imprese, ittiche o commerciali. Possono accedere alle agevolazioni gli organismi di ricerca e di diffusione della conoscenza   Gli interventi ammissibili alle agevolazioni comprendono le seguenti tipologie: investimenti nelle imprese di...

Leggi tutto
Result 1 - 10 of 574

  Archivio