News

Ultime News

PSR ABRUZZO 2014/2020 – INTERVENTO 6.1.1 “AIUTO ALL’AVVIAMENTO DI ATTIVITA’ IMPRENDITORIALI PER I GIOVANI AGRICOLTORI” IN COMBINAZIONE CON INTERVENTO 4.1.1 “SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI NELLE AZIENDE AGRICOLE FINALIZZATI AL MIGLIORAMENTO DELLA REDDITIVITA'”
in News
PSR ABRUZZO 2014/2020  INTERVENTO 6.1.1 "AIUTO ALL'AVVIAMENTO DI ATTIVITA' IMPRENDITORIALI PER I GIOVANI AGRICOLTORI" IN COMBINAZIONE CON L'INTERVENTO 4.1.1 "SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI NELLE AZIENDE AGRICOLE FINALIZZATI AL MIGLIORAMENTO DELLA REDDITIVITA'" Dotazione finanziaria Mis. 6.1.1 = € 5.000.000,00 Dotazione finanziaria Mis. 4.1.1 = € 2.000.000,00 Presentazione domanda entro il 28/02/2020 Favoriti insediamenti “ZONA D” BENENFICIARI: 18/41 anni non compiuti REQUISITI: Iscritti all’anagrafe come azienda agricola con posizione validata del fascicolo aziendale Insediato da non più di 24 mesi e non essere insediati in aziende agricole in precedenza Possedere qualifiche/competenze professionali:              1) Titoli di studio (PER. AGR. + AGRONOMO ECC.)              2) Esperienza formativa almeno 100 ore con attestato organo formativo              3) Esperienza lavorativa minima 3 anni come partecipante az. familiare (ESTRATTO CONTRIBUTI INPS)              4) Operaio in azienda agricola con la qualifica di “SPECIALIZZATO SUPER” almeno 456 giorni lavorativi. Premio Mis. 6.1.1 = € 50.000,00 (ALTRE ZONE)                                               € 60.000,00 (ZONA D) Contributo Mis. 4.1.1 = 60% su investimento generico                                                      40% per trasformazione/commercializzazione Contributo massimo = € 30.000,00   NOTE Dimensione economica (Produzione Standard) non inferiore a €10.000,00 (ZONA D) ed €15.000,00 (ALTRE ZONE) e non superiore ad € 200.000,00 L’azienda oggetto di insediamento non deve derivare da frammentazione di impresa agricola familiare. Costituisce frazionamento aziendale in ambito familiare la cessione parziale dei terreni a favore di parenti fino al secondo grado e affini fino al primo grado. Il premio deve essere integralmente utilizzato per lo sviluppo dell’azienda e il PSA deve essere compilato in modo da consentire ex ante, a pena di inammissibilità...

Leggi tutto
GAL MERIDAUNIA AZIONE 2.1-Sostegno alle aziende agricole dei Monti Dauni INTERVENTO 2.1.1 – Sostegno per il miglioramento e la sostenibilità delle prestazioni globali delle aziende agricole dei Monti Dauni
in News
OBIETTIVI L’obiettivo principale è incrementare il reddito delle aziende agricole in modo tale da raggiungere e superare la Produzione Standard minima fissata dalla Regione Puglia per l’accesso agli aiuti previsti dal PSR. In particolare sono previsti interventi per: Sostegno alle piccole aziende agricole per l’introduzione di nuove produzioni vegetali ed animali, anche minori, che consentano alle aziende di incrementare il reddito, con incentivi alla trasformazione dei prodotti aziendali e alla vendita diretta sui mercati. Il miglioramento aziendale avverrà anche con la divulgazione di buone pratiche di coltivazione e di allevamento con il recupero di cultivar e specie peculiari della biodiversità del territorio (a titolo esemplificativo ma non esaustivo: farro, orzo, mela-cotogna, sorbe, grano senatore cappelli, grano tenero “bianchetta”, uva spina, orchidee, ecc. in modo tale da custodire, valorizzare e preservare il territorio nel suo complesso, avvalendosi anche della collaborazione dei Centri di Ricerca; Sostegno alla creazione e al consolidamento di filiere corte e loro circuiti e reti. Sostegno per interventi di innovazione digitale. Sostenere giovani disoccupati incentivandoli a restare sul territorio   BENEFICIARI Sono beneficiari gli Imprenditori agricoli attivi singoli o associati. Il richiedente deve: Condurre un’azienda agricola ubicata nel territorio dei Comuni: Accadia, Anzano di Puglia, Ascoli Satriano, Bovino, Candela, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Celle di San Vito, Deliceto, Faeto, Monteleone di Puglia, Orsara di Puglia, Panni, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia, Troia, Casalnuovo Monterotaro, Alberona, Biccari, Carlantino, Casalvecchio di Puglia, Castelnuovo della Daunia, Celenza Valfortore, Motta Montecorvino, Pietramontecorvino, Roseto Valfortore, San Marco La Catola, Volturara, Volturino. Condurre un’azienda agricola la cui dimensione economica, espressa in Produzione Standard (PS), non sia inferiore a 5.000,00 euro né superiore a 15.000 euro, con riferimento alla destinazione colturale della SAT ed alla consistenza zootecnica dell’azienda condotta, come risultante dal Fascicolo Aziendale alla data della presentazione della DdS   TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Sono ammissibili all’aiuto i seguenti investimenti: Opere di ristrutturazione, recupero, adeguamento, piccoli...

Leggi tutto
BANDO MISE – MACCHINARI INNOVATIVI
in News
Spett.le Impresa, si comunica che è in fase di pubblicazione il nuovo Bando gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico “MACCHINARI INNOVATIVI” rivolto alle Micro, Piccole e Medie Imprese che, nelle sedi operative ubicate nelle Regioni "Convergenza" (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), realizzano investimenti “innovativi”   quali: -           macchinari / impianti / sistemi produttivi gestiti da apparecchiature elettroniche -           sistemi di automazione industriale -           sistemi e programmi informatici -           sistemi e macchinari finalizzati alla riduzione degli impatti ambientali. Le spese da sostenere devono essere non inferiori a euro 500.000,00 e non superiori a euro 3.000.000,00 e devono riguardare beni nuovi di fabbrica. Le agevolazioni sono concesse  nella forma del contributo a fondo perduto e del finanziamento agevolato, per una copertura complessiva pari al 75% delle spese ammissibili. Sono agevolabili le imprese che operano nel settore manifatturiero, ivi compreso il settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli (ad es. cantine, oleifici, impianti ortofrutticoli, ecc.). Al fine di consentirci una valutazione preliminare dell’impresa che intende presentare programmi di investimento si chiede di fornirci la seguente documentazione: - visura ordinaria aggiornata; - ultimi due bilanci approvati e depositati per le società di capitali ovvero ultime due dichiarazioni dei redditi (complete della relativa attestazione di avvenuta presentazione) con allegata situazione patrimoniale e conto economico per le imprese individuali e per le società di persone. Restiamo a disposizione per qualsiasi ulteriori chiarimenti.

“Aiuti ai programmi di internazionalizzazione delle Piccole e Medie Imprese”
in News
 Soggetti beneficiari Le domande di agevolazioni possono essere presentate da da imprese di piccole dimensioni, di medie dimensioni, da Raggruppamenti di P.M.I., aventi sede operativa in Puglia, costituiti con forma giuridica di "contratto di rete", o da Consorzi con attività esterna e società consortili di P.M.I., costituiti anche in forma cooperativa, aventi sede operativa in Puglia.   Settori agevolabili  Attività manifatturiere /  Costruzioni / Attività turistico ricettive di qualsiasi forma e dimensione /  Settore dei servizi di comunicazione e informazione  (attività editoriali,  di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi, di registrazioni musicali e sonore, di programmazione e trasmissione, telecomunicazioni, consulenza informatica, servizi d'informazione e altri servizi informatici).   Settori esclusi Pesca e acquacoltura / Costruzione navale / Industria carboniera / Siderurgia / Fibre sintetiche / Produzione primaria di prodotti agricoli e la trasformazione dei prodotti agricoli.   Tipologie di progetti ammissibili Le domande devono riguardare programmi di importo non inferiore ad euro 50.000,00:   Per l’internazionalizzazione, attraverso progetti di commercializzazione all’estero e/o collaborazione industriale con partner esteri; studi di fattibilità connessi con la valutazione economico-finanziaria, fiscale, legale contrattuale, e di progettazione / ingegnerizzazione di prodotti / processi inerenti i progetti di investimento e/o di partnership industriale da realizzarsi all’estero; assistenza tecnica all’impresa nelle varie fasi di monitoraggio del programma di internazionalizzazione; Per il marketing internazionale, finalizzati a garantire il presidio stabile dell’impresa nei mercati esteri, che possono prevedere assistenza consulenziale qualificata per la realizzazione di azioni sul campo funzionali alla strutturazione della propria offerta sui mercati esteri frequentati o l’inserimento di prodotti e/o marchi su nuovi mercati esteri , progettazione di iniziative coordinate di promozione e comunicazione (anche attraverso la creazione ed il lancio di marchi collettivi); Per la partecipazione a fiere esclusivamente per la prima partecipazione di un’impresa ad una determinata fiera o mostra, in Italia o all’estero, di particolare rilevanza internazionale.   Forma ed intensità  delle agevolazioni Le agevolazioni saranno calcolate, indipendentemente...

Leggi tutto
GAL MURGIA PIU’ – Azione 3 – Intervento 3.3 “Sostegno agli investimenti nello sviluppo di attività extra agricole”
in News
OBIETTIVI Il presente Avviso Pubblico è volto allo sviluppo d’impresa per attività extra agricole, favorendo in tal modo la creazione di posti di lavoro ed il rafforzamento del tessuto socio-economico, negli ambiti di attività con attinenza per lo sviluppo, la diversificazione e la qualificazione dell’offerta turistica locale.   LOCALIZZAZIONE Canosa di Puglia, Gravina in Puglia, Minervino Murge, Poggiorsini, Ruvo di Puglia, Spinazzola.   SOGGETTI BENEFICIARI Microimprese, regolarmente costituite ed iscritte al registro delle imprese alla data di presentazione della DdS   TIPOLOGIA DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Sono ammissibili le seguenti voci di spesa:   opere murarie ed assimilabili per adeguamento, rifunzionalizzazione e/o miglioramento di beni immobili ad uso dell’attività d’impresa, esclusi gli ampliamenti delle volumetrie; acquisto di nuovi arredi, macchinari ed attrezzature; acquisto di mezzi mobili targati, solo se strettamente funzionali e pertinenti rispetto all’attività ammissibile svolta dall’impresa, rientranti nelle seguenti tipologie: autocarri, autovetture furgonate (prive di sedili posteriori) immatricolate come autocarro, autoveicoli adibiti al trasporto collettivo di persone (aventi capacità superiore a nove posti compreso il conducente); investimenti immateriali in acquisizione o sviluppo di programmi informatici, acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa; per un importo massimo complessivo di spesa ammissibile pari ad Euro 5.000,00; spese generali strettamente funzionali alla realizzazione del progetto. Le spese generali sono ammissibili nei limiti del 12% della spesa ammessa di cui alla precedente voce a) e del 6% della spesa ammessa di cui alle precedenti voci b), c) e d)   TIPOLOGIA ED ENTITA’ DEL SOSTEGNO PUBBLICO L’investimento ammissibile agli aiuti è di euro 70.000,00, riferito comunque ad un piano di sviluppo aziendale organico e funzionale nel rispetto delle finalità dichiarate nel progetto. Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale attraverso l’aliquota contributiva del 50%, calcolata sulla spesa ammessa a finanziamento. Nel caso di ammissione a finanziamento di progetti di importo superiore a € 70.000,00, la spesa eccedente sarà a...

Leggi tutto
RESTO AL SUD – Misura a favore dei giovani imprenditori nel Mezzogiorno
in News
" RESTO AL SUD: E' STATO PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE  IL DECRETO CHE ESTENDE L'INCENTIVO DI FINANZIAMENTO AGLI UNDER 46 E ALLE ATTIVITA' LIBERO-PROFESSIONALI  ESERCITATE SIA IN FORMA INDIVIDUALE CHE COME SOCIETA'  DI PROFESSIONISTI. L'ENTRATA IN VIGORE DEL PROVVEDIMENTO E' A PARTIRE DAL 08/12/2019."   OBIETTIVI Sostenere la crescita  economica  ed  occupazionaledelle regioni del Mezzogiorno, attraverso  l'individuazione  dimisure  incentivanti  per  i  giovani  imprenditori. TERRITORIO Abruzzo,  Basilicata,  Calabria,  Campania,  Molise,  Puglia, Sardegna e Sicilia.         SOGGETTI BENEFICIARI   Soggetti di età compresa tra i 18 ed i45 anni(estensione agli under 46 in vigore dal 08/12/2019), che:   a)risiedono nelle regioni di cui sopra, al momento della presentazione della domanda, o vitrasferiscano la residenza entro sessanta giornidalla  comunicazione  del   positivo esito dell'istruttoria (centoventi, se residenti all’estero); b)non siano titolari di un contratto di lavoropresso un altro soggetto; c)per le imprese individuali/società che non siano già titolari di attività di impresa in esercizio (ditta individuale: non siano titolari di partita iva movimentata; società: non siano rapp. legali di società risultanti attive al registro delle imprese); d) non risultino già beneficiari, nell'ultimo triennio, di ulteriori misure a livello  nazionale  a favore dell'auto-imprenditorialità;    FORME GIURIDICHE AMMESSE a) Impresa  individuale b) Società che al momento della presentazione della domanda risultino: - già costituite (successivamente alla data del 21 Giugno 2017); - oppure da costituirsi entro 60 giorni (120 in caso di residenza all’estero) dalla data di comunicazione dell’esito positivo.  N.B. :Le societàpossono  essere costituite anche da soci che non abbiano i  requisiti  anagrafici di cui sopra, a condizione che la presenza di tali  soggetti  nellacompagine societaria non sia superiore ad 1/3 dei componentie non abbiano rapporti di parentela fino al  quarto  grado  con  alcuno degli altri soci.  SETTORI AMMISSIBILI - Produzione di beni nei settori dell'artigianato, dell'industria, pesca e    trasformazione dei prodotti agricoli; - Fornitura  di  servizi; - Turismo; - Attività libero professionali(novità in vigore dal 08/12/2019), esercitate sia in forma individuale che come società di professionisti, purchènon si risulti titolari...

Leggi tutto
REGIONE BASILICATA – MISURA 6 – SVILUPPO DELLE AZIENDE AGRICOLE E DELLE IMPRESE SOTTOMISURA 6.4.2 – Sostegno alla costituzione e sviluppo di agriturismi e fattorie multifunzionali
in News
OBIETTIVI Il bando è finalizzato a favorire lo sviluppo e il riequilibrio del territorio agricolo, agevolare la permanenza degli imprenditori agricoli nel territorio rurale con il sostegno ad investimenti finalizzati alla diversificazione delle attività agricole. A tal fine nella presente operazione saranno sostenuti investimenti per: Creazione e sviluppo di aziende agrituristiche Creazione e sviluppo di fattorie didattiche e sociali BENEFICIARI: Imprenditori agricoli   TIPOLOGIA DI INTERVENTI E SPESE AMMISSIBILI Gli interventi devono riguardare:   Recupero funzionale di immobili, siti nell’azienda agricola e accatastati da almeno 5 anni a far data dalla presentazione della domanda, per attività agrituristiche (ospitalità e ristorazione), attività sociali (ospitalità aziendale a favore di anziani, bambini, ospiti diversamente abili e/o svantaggiati), attività ricreative, didattiche, sportive e culturali, anche attraverso l’introduzione di tecnologie innovative volte al risparmio energetico Piccole costruzioni ex-novo per la realizzazione di laboratori polifunzionali aziendali, aule didattiche Agricampeggi, aree verdi attrezzate, allestimento di spazi per musei sulle tradizioni contadine, sistemazioni esterne, piccole piscine, campetti pluriuso anche per il turismo equestre e relativi servizi. Acquisto di nuovi impianti, macchinari, hardware, software arredi e attrezzature strettamente funzionali al progetto Spese generali (non possono superare il 10% della spesa ammessa per investimenti rifriti a lavori da realizzare e il 4% della spesa ammessa per investimenti riferiti agli arredi e/o attrezzature da acquistare)   FORMA, INTENSITA’ E RICONOSCIMENTO DELL’AIUTO   Il sostegno sarà erogato sotto forma di contributo in conto capitale per una entità masisma pari al 50% del costo dell’investimento totale. L’investimento massimo ammissibile è pari ad euro 400.000,00 per azienda L’entità massima dell’aiuto è pari ad euro 200.000,00 per azienda. Per le tipologie di intervento indicate ai punti 2) 3) e4) la spesa massima ammissibile è pari ad euro 100.000,00. Il sostegno è erogato secondo le disposizioni di cui Reg. “de minimis”.   SCADENZA: La domanda dovrà essere rilasciata sul portale SIAN entro il 27/01/2020

INFORMATIVA AVVISO PUBBLICO GAL PONTE LAMA INTERVENTO 3.3 – INVESTIMENTI PER LA REALIZZAZIONE E/O AMMODERNAMENTO DI SPAZI/EDIFICI PUBBLICI DA DESTINARE A CENTRI POLIFUNZIONALI, COMPRESE LE ATTIVITA’ A SERVIZIO DELLA POPOLAZIONE LOCALE A SUPPORTO DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DIRETTA DI PRODOTTI AGRICOLI E AGROALIMENTARI LOCALI
in News
OBIETTIVI Sviluppare forme di filiera corta e mercati locali dei prodotti agroalimentari locali. Il presente Intervento è proposto all’interno del Piano di Azione Locale del GAL con il duplice obiettivo di potenziare la dotazione infrastrutturale e innalzare la qualità dei servizi a supporto delle imprese agroalimentari del territorio locale nonché della popolazione locale. I progetti, proposti da Amministrazioni comunali del territorio del GAL, dovranno riguardare interventi relativi a infrastrutture che rispettano le caratteristiche di “infrastrutture su piccola scala” e riguardano, comunque, beni e aree di proprietà pubblica.     LOCALIZZAZIONE Comuni di Bisceglie, Molfetta e Trani.     SOGGETTI BENEFICIARI Amministrazioni Comunali ricadenti nel territorio del GAL Ponte Lama.     TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Sono finanziati interventi diretti alla realizzazione e/o ammodernamento di spazi/edifici pubblici da destinare a centri polifunzionali, in particolare a supporto della commercializzazione diretta di prodotti agricoli e agroalimentari locali e a servizio della popolazione locale.   Costruzione, acquisizione, incluso il leasing, o miglioramento di beni immobili Acquisto o leasing di nuovi macchinari e attrezzature fino a copertura del valore e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali Spese generali fino ad un massimo di percentuale del 12%     TIPOLOGIA ED ENTITA’ DEL SOSTEGNO PUBBLICO Il sostegno è concesso nella forma di contributo in conto capitale pari al 100% della spesa ammessa a finanziamento. L’investimento massimo ammissibile non può essere superiore ad € 400.000,00.     SCADENZA I termini di operatività del portale SIAN sono fissati alla data del 04/11/2019 (TERMINE INIZIALE) al giorno 02/01/2020 (TERMINE FINALE).

INFORMATIVA GAL GARGANO INTERVENTO 3.2 – CREAZIONE DI START-UP EXTRA-AGRICOLE
in News
OBIETTIVI Attraverso quest’intervento si mira ad incentivare gli investimenti per attività di diversificazione aziendale ed economica necessaria per la crescita, l’occupazione e lo sviluppo sostenibile nelle zone rurali contribuendo anche a migliorare l’equilibrio territoriale in termini economici e sociali. L’aiuto sarà orientato alle piccole e micro-imprese a carattere innovativo con l’obiettivo di rivitalizzare le economie rurali attraverso la creazione di nuove attività extra-agricole e un aumento delle opportunità di lavoro.   LOCALIZZAZIONE DEGLI INTERVENTI Gli interventi sostenuti dal presente Avviso Pubblico devono essere realizzati nell’area territoriale di competenza del GAL Gargano Agenzia di Sviluppo soc. cons arl e in particolare nei comuni di:   Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Isole Tremiti, Lesina, Mattinata, Monte Sant'Angelo, Peschici, Rignano Garganico, Rodi Garganico, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, San Nicandro Garganico, Vico del Gargano e Vieste   SOGGETTI BENEFICIARI Il sostegno per gli interventi di cui al presente Avviso Pubblico è concesso a:  A) Agricoltori, che diversificano la loro attività avviando attività extra-agricole; B) Coadiuvanti familiari degli agricoltori, che diversificano la loro attività avviando attività extra-agricole. Il coadiuvante familiare, pur non rivestendo la qualifica di lavoratore agricolo dipendente, deve risultare, nell’ambito dell’impresa agricola per la quale collabora, unità attiva iscritta presso l’INPS; C) Microimprese e piccole imprese che avviano o ampliano attività extra - agricole.   TIPOLOGIA DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Potranno essere finanziate, iniziative finalizzate alla creazione/ sviluppo di imprese nei seguenti settori: a) Realizzazione di prodotti artigianali e industriali non compresi nell’Allegato I del trattato; b) Servizi innovativi inerenti l’IT a supporto delle aziende e delle popolazioni del territorio; c) Attività finalizzate al tempo libero e alla valorizzazione dei prodotti culturali e naturali; d) Attività finalizzate alla valorizzazione delle produzioni artigianali caratteristiche dell’area Garganica   Sono ammissibili al sostegno le seguenti voci di spesa: - ristrutturazione, recupero, riqualificazione e adeguamento di beni immobili strettamente necessari allo svolgimento delle attività, ivi compresi modesti ampliamenti limitati a vani tecnici e servizi nella...

Leggi tutto
PSR PUGLIA 2014/2020 – Sottomisura 8.6 “Sostegno agli investimenti in tecnologie silvicole e nella trasformazione, mobilitazione e commercializzazione dei prodotti delle foreste”
in News
Sostegno agli investimenti in tecnologie silvicole e nella trasformazione, mobilitazione e commercializzazione dei prodotti delle foreste             SETTORI E INTERVENTI AMMISSIBILI 1.         Adeguamento innovativo delle dotazioni tecniche, costi di acquisto o leasing di macchine e mezzi attrezzature e impianti nuovi: a.       Gestione de bosco, utilizzazioni ed esbosco forestale e raccolta di biomasse legnose; b.      Lavorazione preindustriale dei prodotti legnosi e dei sottoprodotti forestali, finalizzate alla predisposizione di assortimenti per gli utilizzi artigianali, industriali e /o energetici su piccola scala; c.        Seconda trasformazione su piccola scala, per gli utilizzi artigianali, industriali e/o energetici; d.      Raccolta, stoccaggio, lavorazione e commercializzazione di prodotti non legnosi in bosco; 2.         Realizzazione, ammodernamento ed adeguamento di vivai forestali di piantine forestali necessarie a soddisfare i fabbisogni aziendali; 3.         Interventi selvicolturali finalizzati al miglioramento economico dei boschi a finalità produttiva; 4.         Interventi selvicolturali finalizzati al recupero ed alla valorizzazione produttiva di boschi abbandonati, invecchiati e/o degradati, ( tramarrature, riceppature, rinfoltimenti (con specie di latifoglie nobili autoctone; per boschi di conifere rinfoltimenti di specie di latifoglie nobili autoctone, sfolli e diradamenti per migliorare la struttura compositiva del soprassuolo); 5.         Elaborazione di piani di gestione forestale anche per l’ottenimento della certificazione forestale;       SPESE AMMISSIBILI 1.         Costi di acquisto e leasing di macchinari e mezzi, attrezzature e impianti nuovi; 2.         Costi per la realizzazione ammodernamento ed adeguamento di vivai forestali; 3.         Interventi selvicolturali di miglioramento (tagli colturali, ripuliture, spalcature, diradamenti, tagli di conversione ecc.); 4.         Spese necessarie alla redazione di Piani di gestione forestali; FORMA E INTENSITA’ DI AIUTO   Intensità di aiuto: 65% Max investimento: 200.000,00 euro in de minimis       SOGGETTI BENEFICIARI   Silvicoltori privati; Amministrazioni comunali e loro consorzi; PMI Fornitori di soli servizi (iscritti all’Albo regionale);  

Result 1 - 10 of 475

  Archivio