News

Ultime News

Interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo agricolo ed agroindustriale
in News
Gli interventi ammissibili all’agevolazione, da realizzare sui tetti di fabbricati strumentali all’attività agricola, zootecnica e agroindustriale, devono prevedere l’installazione di impianti fotovoltaici, con potenza di picco non inferiore a 6 kWp e non superiore a 500 kWp. Spesa massima ammissibile per singolo impianto è pari a euro 750.000,00 (euro settecentocinquantamila/00), Unitamente a tale attività, possono essere eseguiti uno o più dei seguenti interventi di riqualificazione ai fini del miglioramento dell’efficienza energetica delle strutture: e) rimozione e smaltimento dell’amianto dai tetti, in conformità alla normativa nazionale di settore vigente: tale procedura deve essere svolta unicamente da ditte specializzate, iscritte nell’apposito registro; f) realizzazione dell’isolamento termico dei tetti: la relazione tecnica del professionista abilitato dovrà descrivere e giustificare la scelta del grado di coibentazione previsto in ragione delle specifiche destinazioni produttive del fabbricato; g) realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria): la relazione del professionista dovrà dare conto delle modalità di aereazione previste in ragione della destinazione produttiva del fabbricato; a ogni modo, il sistema di areazione dovrà essere realizzato mediante tetto ventilato e camini di evacuazione dell’aria.               Per la realizzazione di impianti fotovoltaici: acquisto e posa di moduli fotovoltaici, inverter, software di gestione, ulteriori componenti di impianto; sistemi di accumulo; fornitura e messa in opera dei materiali necessari alla realizzazione degli interventi; costi di connessione alla rete; fino a un limite massimo di euro 1.500,00/Kwp per l’installazione dei pannelli fotovoltaici, e fino ad ulteriori euro 1.000,00/Kwh ove siano installati anche sistemi di accumulo. In ogni caso, il contributo complessivo corrisposto per i sistemi di accumulo non può eccedere euro 50.000,00. Per la rimozione e smaltimento dell’amianto, ove presente, e l’esecuzione di interventi di realizzazione o miglioramento dell’isolamento termico e della coibentazione dei tetti e/o di realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d’aria): demolizione e ricostruzione delle coperture e fornitura...

Leggi tutto
Misura 3.2 Sostegno per attività di informazione e promozione svolte da associazioni di Produttori nel mercato interno
in News
  La Misura concede un aiuto per la realizzazione di attività di informazione e promozione finalizzate ad indurre i consumatori all’acquisto dei prodotti agricoli o delle derrate alimentari che rientrano nei sistemi di qualità alimentare così come definiti nella misura 3 del PSR 20014-2020 della Regione Puglia.     Soggetti Beneficiari I beneficiari della presente Sottomisura sono le Associazioni di Produttori che riuniscono operatori attivi in uno o più regimi di qualità, costituite in qualsiasi forma giuridica (comprendenti anche l’industria) come definito nel capitolo 8.1 del PSR Puglia 2014-2022 e di seguito riportate:   a. Consorzi di tutela dei prodotti agricoli e agroalimentari a denominazione riconosciuta ai sensi del Regolamento CE n. 1151/2012; b. Consorzi di tutela dei vini a denominazione riconosciuta ai sensi dei Regolamenti CE n.1234/2007 e 1508/2013 in materia di organizzazione comune del mercato unico OCM e s.m. i.; c. Consorzi costituiti, ai sensi dell’art. 2602 e seguenti del Codice civile, con almeno 9 operatori attivi intesi come imprese di produttori e operatori biologici ai sensi del Regolamento CE n. 848/2018; d. Consorzi di Cooperative costituiti, ai sensi dell’art. 2602 e seguenti del Codice civile, con almeno 3 cooperative di produttori che si qualificano quali operatori attivi; e. Associazioni costituite, ai sensi dell’art. 14 e seguenti del Codice civile, con almeno 9 operatori attivi; f. Cooperative agricole costituite, ai sensi dell’art. 2511 e seguenti del Codice civile e delle leggi speciali, con almeno 9 operatori attivi; g. Associazioni Temporanee di Imprese (ATI) e Associazioni Temporanee di Scopo (ATS) legalmente costituite con atto scritto stipulato presso un notaio fra almeno 2 dei soggetti elencati nelle precedenti lettere da a) a f); h. Associazioni temporanee di imprese (ATI), associazioni temporanee di scopo (ATS) e reti di imprese legalmente costituite con atto scritto stipulato presso un notaio con almeno 9 operatori attivi; i. Reti di imprese costituite ai sensi della L. 9 aprile 2009,...

Leggi tutto
ISMEA – ACQUISTO TERRENI DA PARTE DI GIOVANI AGRICOLTORI
in News
Cosa finanzia: l'acquisto di terreni agricoli A chi si rivolge: La misura è rivolta esclusivamente a GIOVANI (soggetti con età inferiore a 41 anni al momento della presentazione della domanda) prevede quattro tipologie diverse di beneficiari: Giovani che sono già titolari di una azienda agricola da almeno due anni alla data di presentazione della domanda e che intendono ampliarla attraverso l’acquisto di un terreno, confinante o funzionalmente utile con la superficie già facente parte dell'azienda agricola; Giovani che sono già titolari di una azienda agricola da almeno due anni alla data di presentazione della domanda e che intendono ampliarla attraverso l’acquisto di un terreno già condotto in comodato/affitto, da almeno due anni alla data di presentazione della domanda. Giovani che intendono insediarsi per la prima volta in agricoltura acquistando terreni agricoli e che possiedono da almeno due anni almeno uno dei seguenti requisiti: iscrizione all’INPS in qualità di coadiuvante agricolo; iscrizione alla gestione dei lavoratori autonomia agricoli INPS; iscrizione alla gestione separata INPS in qualità di amministratore/collaboratore; iscrizione alla gestione dei lavoratori dipendenti INPS come dirigente, quadro, impiegato agricolo o operaio agricolo; iscrizione alla gestione separata ENPAIA per i periti agrari o per gli agrotecnici; iscrizione all’ EPAP per i dottori agronomi e forestali. Giovani che intendono insediarsi per la prima volta in agricoltura acquistando terreni agricoli e che possiedono almeno uno dei seguenti requisiti: diploma rilasciato da istituto tecnico agrario e professionale per l’agricoltura laurea triennale o magistrale con indirizzo scientifico-tecnologico o di scienze economiche.   Intervento finanziario massimo 1.500.000 euro per le tipologie di beneficiari n.1,n.2,n.3 500.000 euro per la tipologia di beneficiari n. 4 Agevolazione Finanziamento a 30 anni di cui al massimo 2 di preammortamento alle seguenti condizioni: tasso fisso o variabile, ancorato ai valori di mercato e dipendente dal rischio rilevato; 50% degli oneri notarili a carico del beneficiario; 500 euro rimborso spese istruttoria a carico del beneficiario.   Premio di primo insediamento I beneficiari rientranti nelle tipologie n. 3...

Leggi tutto
Contratti di filiera settore della pesca e dell’acquacoltura
in News
Con decreto del 20/05/2022 sono stati definiti i criteri, le modalità e le procedure per l'attuazione dei Contratti di filiera settore pesca e acquacoltura.   Sono Soggetti proponenti del Contratto di filiera: le società cooperative e loro consorzi, i consorzi di imprese, le organizzazioni di produttori e le associazioni di organizzazioni di produttori ittici riconosciute ai sensi della normativa vigente, che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura; le organizzazioni interprofessionali, riconosciute ai sensi della normativa vigente che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura; gli enti pubblici; le società costituite tra soggetti che esercitano l’attività ittica e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione, purché almeno il 51% del capitale sociale sia posseduto da imprenditori ittici, cooperative e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente; le associazioni temporanee di impresa tra i Soggetti beneficiari, già costituite all’atto della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni; le reti di imprese che hanno già sottoscritto un Contratto di rete al momento della presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni;   Sono Soggetti beneficiari delle agevolazioni del Contratto di filiera le Piccole e Medie Imprese (PMI), classificate nelle seguenti categorie: imprese che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura; le organizzazioni di produttori e le associazioni di organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente; le società costituite tra soggetti che esercitano l’attività ittica e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione, purché almeno il 51% del capitale sociale sia posseduto da imprenditori ittici, cooperative e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente. Il capitale delle predette società può essere posseduto, in misura non superiore al 10%, anche da grandi imprese, ittiche o commerciali. Possono accedere alle agevolazioni gli organismi di ricerca e di diffusione della conoscenza   Gli interventi ammissibili alle agevolazioni comprendono le seguenti tipologie: investimenti nelle imprese di...

Leggi tutto
PSR PUGLIA 2014-2020 – SOTTOMISURA 6.1 – BANDO PER IL SOSTEGNO A GIOVANI IN AGRICOLTURA (PRIMO INSEDIAMENTO)
in News
  Persone di età compresa tra 18 anni (compiuti) e 41 anni (non compiuti), che possiedono adeguate qualifiche e competenze professionali e che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo dell’azienda. REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE Età compresa tra 18 anni compiuti e 41 anni non ancora compiuti alla data di rilascio della DDS nel portale SIAN; Insediamento per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda, ovvero, iscrizione alla C.C.I.A.A. e e possesso di un fascicolo aziendale validato, da non oltre 12 mesi alla data di rilascio della DDS nel portale SIAN; Essere iscritto alla posizione previdenziale INPS o aver presentato la domanda per l’iscrizione alla stessa prima del rilascio della DDS nel portale SIAN Il richiedente può aver iniziato l’insediamento massimo nei 12 mesi antecedenti la data di presentazione della domanda di sostegno; Avere competenze professionali in capo agricolo oppure impegnarsi ad acquisirle nei 36 mesi successivi alla data di concessione dell’aiuto; Impegnarsi a condurre l’azienda per almeno 5 anni dalla data di concessione dell’aiuto; L’azienda oggetto di insediamento deve avere una PST non inferiore € 18.000,00 (Min.) e una PST non superiore € 300.000,00 (Max); N.B TUTTI I REQUISITI DEVONO ESSERE POSSEDUTI ALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA  CONTRIBUTO AMMISSIBILE Il sostegno è concesso sottoforma di premio forfettario il cui importo è stato determinato in funzione delle esigenze reddituali minime del giovane nei primi anni di attività imprenditoriale: Giovane che si insedia in azienda preesistenteproveniente da unico produttore cedente (ovvero da un solo fascicolo aziendale): Sostegno in zone ordinarie: € 50.000,00 Sostegno in zone svantaggiate: € 55.000,00 Giovane che si insedia in azienda di nuova costituzione(cioè in un’azienda agricola proveniente da più fascicoli aziendali cedenti che non raggiungono singolarmente la P.S.T. minima); Sostegno in zone ordinarie: € 60.000,00 Sostegno in zone svantaggiate: € 65.000,00  NON SONO AMMISSIBILI: La costituzione della nuova azienda da un frazionamento di un’azienda preesistente in ambito familiare...

Leggi tutto
AVVISO PUBBLICO GAL MERIDAUNIA INTERVENTO 2.2.2 Sostegno agli investimenti per la trasformazione/commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli nel Comune di Lucera
in News
SOGGETTI BENEFICIARI: microimprese e piccole imprese, in forma singola e associata Gli interventi devono essere realizzati nel territorio del comune di Lucera TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI L’intervento è finalizzato al sostegno degli investimenti delle PMI, operanti nella trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli, volti all’innovazione dei processi produttivi, alla valorizzazione dei prodotti tipici e alla promozione del turismo enogastronomico, favorendo l’integrazione fra imprese agricole produttrici e quelle di trasformazione. Gli interventi devono essere realizzati nel territorio del comune di Lucera Sono ammissibili all’aiuto i seguenti investimenti: Opere di ristrutturazione, recupero, adeguamento, piccoli ampliamenti, ammodernamento di beni immobili produttivi; Acquisto attrezzature, arredi, hardware e software, strettamente funzionali all’attività; Impianti di trasformazione/lavorazione e confezionamento dei prodotti aziendali; Acquisizione brevetti e licenze; Spese generali   TIPOLOGIA ED ENTITA’ DEL SOSTEGNO PUBBLICO Il sostegno sarà concesso nella forma di contributo in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa ai benefici. Il contributo pubblico massimo non può essere superiore ad euro 100.000,00 ed il contributo pubblico minimo non inferiore a euro 10.000,00.   MODALITA' E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI SOSTEGNO I termini di operatività del portale SIAN sono fissati alla data del 20/05/2022 (termine iniziale) e alle ore 23,59 del giorno 30/06/2022 (termine finale).

BANDO PUBBLICO GAL MERIDAUNIA AZIONE 1.2 Sostegno alle imprese per attività turistiche ricettive INTERVENTO 1.2.1 Qualificazione e diversificazione funzionale e organizzativa delle imprese turistiche ricettive
in News
SOGGETTI BENEFICIARI: Microimprese e piccole imprese, le persone fisiche delle zone rurali e agricoltori o coadiuvanti familiari, in forma singola o associata. LOCALIZZAZIONE: Accadia, Anzano di Puglia, Ascoli Satriano, Bovino, Candela, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Celle di San Vito, Deliceto, Faeto, Monteleone di Puglia, Orsara di Puglia, Panni, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia, Troia, Casalnuovo Monterotaro, Alberona, Biccari, Carlantino, Casalvecchio di Puglia, Castelnuovo della Daunia, Celenza Valfortore, Motta Montecorvino, Pietramontecorvino, Roseto Valfortore, San Marco La Catola, Volturara, Volturino. TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Sono ammesse al finanziamento la creazione e l’ampliamento di strutture di piccola dimensione, attraverso la riqualificazione e l’adeguamento di immobili, nonché l’acquisto di arredi e di attrezzature per lo svolgimento di attività ricettive di piccole dimensioni, non classificate come strutture alberghiere, le strutture di “Bed and Breakfast” condotte in forma imprenditoriale. Sono ammissibili al sostegno i seguenti investimenti: Realizzazione di interventi di riqualificazione e adeguamento degli immobili; Acquisto di arredi e di attrezzature per lo svolgimento di attività ricettive di piccole dimensioni non classificate come strutture alberghiere e organizzate in forme innovative di ospitalità; Realizzazione di nuovi servizi complementari alla ricettività, quali centri fitness, centri benessere, ecc. Acquisto di attrezzatura per escursionismo di ogni genere e altre forme di turismo sostenibile (biciclette, bici a pedalata assistita, ecc.) e allestimento spazi per ricovero e/o manutenzione attrezzature; Allestimento di box per la custodia di cavalli e attrezzature per realizzare piccoli maneggi (se annesse alle aziende agricole); Acquisto immobile nel limite massimo del 10% della spesa massima concessa; Spese generali.   TIPOLOGIA ED ENTITA’ DEL SOSTEGNO PUBBLICO Il sostegno sarà concesso nella forma di contributo pubblico in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa ai benefici. Il contributo pubblico massimo non può essere superiore a euro 200.000,00.   MODALITA' E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI SOSTEGNO I termini di operatività del portale SIAN sono fissati alla data del 20/05/2022 (termine iniziale) e...

Leggi tutto
Bando “Titolo II”
in News
Spett.le Impresa con la presente si comunica che la Regione Puglia ha apportato modifiche al Bando “Titolo II” finalizzate a favorire l’autonomia energetica delle piccole e medie imprese puntando alla transizione energetica (NON SONO AGEVOLABILI LE IMPRESE OPERANTI NEL SETTORE “AGRICOLTURA” ED   “AGROALIMENTARE” quali cantine, oleifici, stabilimenti ortofrutticoli, molini, ecc. )   Con le predette modifiche, le piccole e medie imprese pugliesi hanno la possibilità di presentare programmi di investimento anche per la sola realizzazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile: - impianti eolici, solari, macchine frigorifere a fonte geotermica (refrigeratori o pompe di calore) e/o impianti di produzione di energia termica o elettrica a biomasse (liquide, solide o gassose)   Si tratta di una novità di grande interesse in quanto, con la precedente versione, questo tipo di investimenti era ammissibile soltanto se inserito all’interno di un più ampio progetto organico e funzionale, ed era finanziabile quale “impianto generale” assimilato alle “opere murarie” beneficiando di un contributo a fondo perduto calcolato solo sul montante interessi collegato ad un finanziamento bancario.   Con le recenti modifiche, invece, sarà possibile ricevere un contributo a fondo perduto pari al 35% per le piccole imprese ed al 30% per le medie imprese, che si aggiunge alla quota di contributo a fondo perduto sul montante interessi connesso al finanziamento bancario necessario per la copertura finanziaria del programma di investimento.   Complessivamente per le piccole imprese il contributo può arrivare al 60%, mentre per le medie imprese può arrivare al 45%.   Per ulteriori informazioni CASSANDRO SRL TEL. 0883/534045 e-mail: info@cassandro.it

Avviso pubblico per la presentazione di proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale da finanziare nell’ambito del PNRR
in News
L’intervento è volto a sostenere progetti di restauro e valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale.   Le tipologie di architettura rurale sono: Edifici rurali (manufatti destinati ad abitazione rurale o destinate ad attività funzionali all’agricoltura quali mulini ad acqua o a vento, frantoi, masserie, trulli, scuole rurali ecc) Strutture e/o opere rurali (manufatti che connotano il legame con l’attività agricola di pertinenza quali fienili, ricoveri, stalle, essicatoi, forni, pozzi, muretti a secco ecc.) Elementi della cultura, religiosità, tradizione locale (manufatti tipici della tradizione popolare e religiosa delle comunità rurali quali cappelle, chiese rurali, edicole votive ecc)   Il contributo è concesso fino ad un massimo di €150.000,00 come forma di cofinanziamento per un’aliquota del 80%. Il contributo è portato al 100% se il bene è oggetto di interesse culturale fermo restando la soglia massima di €150.000,00.   Possono presentare domanda di finanziamento persone fisiche e soggetti privati profit e non profit compresi gli enti ecclesiastici riconosciuti, enti del terzo settore e altre associazioni, fondazioni, cooperative, imprese in forma individuale o societaria.     Le domande potranno essere presentate a partire dal giorno 19/04/2022 ed entro il giorno 25/05/2022.   Per maggiori informazioni CASSANDRO SRL TEL. 0883/534045 e-mail: info@cassandro.it

BANDO NAZIONALE PER LA CONCESSIONE DI AIUTI PER L’AMMODERNAMENTO DEI FRANTOI OLEARI
in News
Si comunica che con Decreto del MIPAAF del 31/03/2022 è stato pubblicato il bando nazionale per la concessione di aiuti per l'ammodernamento dei frantoi oleari in attuazione del PNRR. La dotazione finanziaria è pari ad euro 100.000.000,00. Si specifica che tale bando costituisce il riferimento per le regioni per  specifici bandi regionali che definiranno le modalità di attuazione, l'intensità dell'aiuto, gli interventi ammissibili ed i criteri di selezione. Si provvederà a fornire gli aggiornamenti in merito. Cassandro srl  

Result 1 - 10 of 568

  Archivio