News

Ultime News

BANDO GAL MERIDAUNIA INTERVENTO 2.1.1.- “Sostegno agli investimenti per la trasformazione/commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli dei Monti Dauni”
in News
PREMESSA Come comunicato dal GAL MERIDAUNIA sul sito ufficiale e nel corso delle presentazioni effettuate sulla piattaforma webinar, è di prossima pubblicazione il Bando "Intervento 2.2.1" Sostegno agli investimenti per la trasformazione/commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli dei Monti Dauni"" le cui caratteristiche principali sono di seguito esposte. OBIETTIVI Gli interventi sono finalizzati a favorire la trasformazione/lavorazione/commercializzazione di prodotti agricoli da parte di micro imprese e piccole imprese in forma singola e associata che operano nella trasformazione/lavorazione/commercializzazione di tali prodotti. In particolare sono previsti interventi per: – il miglioramento delle strutture e degli impianti di stoccaggio, lavorazione/trasformazione, confezionamento e commercializzazione dei prodotti agricoli (ristrutturazione, ammodernamento, ampliamento); – l'introduzione di tecnologie e processi innovativi finalizzati a rispondere a nuove opportunità di mercato, a sviluppare prodotti di qualità e alla sicurezza alimentare; – il miglioramento delle performance ambientali del processo produttivo e della sicurezza del lavoro; – investimenti di innovazione digitale. LOCALIZZAZIONE Accadia, Anzano di Puglia, Ascoli Satriano, Bovino, Candela, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore,  Celle  di  San  Vito,  Deliceto,  Faeto,  Monteleone  di  Puglia,  Orsara  di  Puglia,  Panni, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia, Troia, Casalnuovo Monterotaro, Alberona, Biccari, Carlantino,  Casalvecchio  di  Puglia,  Castelnuovo  della  Daunia,  Celenza  Valfortore,  Motta Montecorvino, Pietramontecorvino, Roseto Valfortore, San Marco La Catola, Volturara, Volturino. SOGGETTI BENEFICIARI Micro imprese e piccole imprese in forma singola e associata che operano nella trasformazione/lavorazione/commercializzazione dei prodotti agricoli ed agroalimentari.     TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Sono ammissibili all’aiuto i seguenti investimenti: • Opere di ristrutturazione, recupero, adeguamento, piccoli ampliamenti, ammodernamento di beni immobili produttivi ; • Acquisto attrezzature, arredi, hardware e software, strettamente funzionali all’attività; • Impianti di trasformazione/lavorazione e confezionamento dei prodotti aziendali; • Acquisizione brevetti e licenze; • Spese generali nella misura del 12% della spesa ammessa a finanziamento TIPOLOGIA ED ENTITA’ DEL SOSTEGNO PUBBLICO Il sostegno sarà concesso nella forma di contributo in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa ai benefici. Il contributo pubblico massimo non può essere superiore...

Leggi tutto
PSR ABRUZZO 2014/2020 – Intervento 6.4.1 “Sostegno a investimenti per la diversificazione delle imprese agricole”
in News
Requisiti soggettivi per la partecipazione Avere un’età superiore ai 18 anni compiuti. Essere iscritto alla CCIAA e titolare di partita IVA con codice di attività agricola. Essere iscritto all’Anagrafe delle Aziende Agricole, con Fascicolo  Aziendale validato  al momento della presentazione della domanda di sostegno. Essere iscritto o aver presentato domanda di iscrizione ad uno o più  dei  seguenti  Elenchi/Albi  (Operatori  Agrituristici , Operatori di Fattoria didattica, Imprenditori di fattoria sociale) in relazione alle attività di diversificazione già attuata o da attuarsi; Relativamente al servizio di Agrinido: essere in possesso dell’autorizzazione di cui all’Art. 12 del regolamento attuativo approvato  con Decreto  12 novembre 2015, n. 6/Reg. della L.R.  n.  48/2013,  o  in  carenza  di  questa,  allegare  alla  domanda  di  sostegno  impegno dell’istante  a  richiedere  la  prescritta  autorizzazione.   Ambito territoriale di applicazione Intero territorio regionale con esclusione delle Aree “A”: Comune Di Chieti e Comune di Pescara).   Tipologie di investimenti ammissibili a) Investimenti per l'implementazione/miglioramento di attività di diversificazione(agriturismo, fattoria didattica, fattoria sociale, agrinido). b) Investimenti per la  realizzazione  di  piccoli  impianti  aziendali  di  trasformazione  e/o  di spazi attrezzati per la vendita di  prodotti aziendali non compresi nell’Allegato I del Trattato UE.   Spese ammissibili a) Ristrutturazione e ammodernamento dei beni immobili e delle loro aree pertinenziali; b) Costruzione di immobili destinati ad ospitare piccoli impianti di trasformazione e/o spazi attrezzati pèer la vendita di prodotti aziendali non compresi nell’Allegato I del Trattato UE; c) Acquisto di nuovi macchinari, attrezzature per lo svolgimento delle attività; d) Acquisto di hardware e software inerenti o necessari alle attività; e) Realizzazione di  siti  internet  e  applicazioni  per  la  commercializzazione  online  con l’esclusione dei costi di manutenzione e gestione;   f) Spese generali collegate agli investimenti comprensive di spese tecniche per onorari di tecnici incaricati e  consulenti,  compensi  per  consulenze  in  materia  di  sostenibilità ambientale  ed  economica,  inclusi  gli  studi  di  fattibilità,  sono  ammissibili  nel  limite massimo del 4%. Le spese generali, qualora connesse...

Leggi tutto
BONUS DONNE IN CAMPO 2020
in News
È stato approvato il decreto ministeriale che dà attuazione al bonus “Donne in campo”,  con l’istituzione di un fondo rotativo dalla iniziale dotazione pari a 15 milioni di euro, si concederanno mutui a tasso zero fino a 300.000 euro per la durata massima di quindici anni, comprensiva del periodo di preammortamento, alle donne con qualifica di imprenditore agricolo o coltivatore diretto nonché alle società composte al femminile per oltre la metà numerica dei soci e delle quote di partecipazione. I finanziamenti copriranno fino al 95% delle spese ritenute ammissibili. Le iniziative ritenute tali, nello specifico, dovranno riguardare il miglioramento del rendimento e della sostenibilità dell’azienda agricola, attraverso la riduzione dei costi di produzione o la riconversione delle attività agricole. Il miglioramento delle condizioni agronomiche e ambientali, di igiene e benessere animale La realizzazione di infrastrutture connesse allo sviluppo, all’adeguamento e alla modernizzazione dell’agricoltura. Inoltre sarà possibile finanziare l’acquisto di terreni, ma solo per un 10% dell’investimento totale. Richieste ed erogazione del fondo saranno gestite da Ismea.

Nuovo bando Macchinari innovativi
in News
Cos’è Il nuovo bando Macchinari innovativi sostiene la realizzazione, nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, di programmi di investimento diretti a consentire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa ovvero a favorire la transizione del settore manifatturiero verso il paradigma dell’economia circolare. La misura sostiene gli investimenti innovativi che, attraverso la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa mediante l’utilizzo delle tecnologie abilitanti afferenti il piano Impresa 4.0 e/o la transizione dell’impresa verso il paradigma dell’economia circolare, siano in grado di aumentare il livello di efficienza e di flessibilità dell’impresa nello svolgimento dell’attività economica, mediante l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, nonché programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei predetti beni materiali.   A chi si rivolge Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI) che alla data di presentazione della domanda: sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese, sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali; sono in regime di contabilità ordinaria e dispongono di almeno due bilanci approvati e depositati presso il Registro delle imprese, ovvero hanno presentato, nel caso di imprese individuali e società di persone, almeno due dichiarazioni dei redditi; sono in regola con la normativa vigente in materia di edilizia ed urbanistica, del lavoro e della salvaguardia dell’ambiente, nonché con gli obblighi contributivi; non hanno effettuato, nei due anni precedenti la presentazione della domanda, una delocalizzazione verso l’unità produttiva oggetto dell’investimento; non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione europea; non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà. Al fine di facilitare l’accesso alle agevolazioni di soggetti che realizzano programmi di investimento caratterizzati da comuni obiettivi di sviluppo, possono beneficiare dell’intervento le imprese, fino a un...

Leggi tutto
GRUPPO DI AZIONE LOCALE MERIDAUNIA Soc. Cons. a r.l. AZIONE 2.1 Sostegno alle aziende agricole dei Monti Dauni INTERVENTO 2.1.1 Sostegno per il miglioramento e la sostenibilità delle prestazioni globali delle aziende agricole nel Comune di Lucera
in News
OBIETTIVI Gli interventi sono finalizzati a favorire la multifunzionalità delle aziende agricole. In particolare sono previsti interventi per: - Sostegno alle piccole aziende agricole per l’introduzione di nuove produzioni vegetali ed animali, anche minori, che consentano alle aziende di incrementare il reddito, con incentivi alla trasformazione dei prodotti aziendali e alla vendita diretta sui mercati. Il miglioramento aziendale avverrà anche con la divulgazione di buone pratiche di coltivazione e di allevamento con il recupero di cultivar e specie peculiari della biodiversità del territorio (a titolo esemplificativo ma non esaustivo: farro, orzo, mela-cotogna, sorbe, grano senatore cappelli, grano tenero “bianchetta”, uva spina, orchidee, ecc. in modo tale da custodire, valorizzare e preservare il territorio nel suo complesso, avvalendosi anche della collaborazione dei Centri di Ricerca; - Sostegno alla creazione e al consolidamento di filiere corte e loro circuiti e reti. - Sostegno per interventi di innovazione digitale. - Sostenere giovani disoccupati incentivandoli a restare sul territorio LOCALIZZAZIONE Gli interventi devono essere realizzati nel territorio del comune di Lucera. SOGGETTI BENEFICIARI Sono beneficiari gli Imprenditori agricoli attivi singoli o associati. TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Sono ammissibili all’aiuto i seguenti investimenti: • Opere di ristrutturazione, recupero, adeguamento, piccoli ampliamenti, ammodernamento di beni immobili produttivi (edifici e terreni) destinati alla produzione, trasformazione e vendita di prodotti di cui all’Allegato I del Trattato UE. L’ammodernamento produttivo include anche le colture arboree poliennali; • Acquisto attrezzature, arredi, hardware e software, strettamente funzionali all’attività; • Impianti di trasformazione/lavorazione e confezionamento dei prodotti aziendali di cui all’Allegato I del Trattato UE; • Acquisizione brevetti e licenze; • Spese generali nella misura del 12% della spesa ammessa a finanziamento TIPOLOGIA ED ENTITA’ DEL SOSTEGNO PUBBLICO Il sostegno sarà concesso nella forma di contributo in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa ai benefici. Il contributo pubblico massimo non può essere superiore ad euro 100.000,00 ed il contributo minimo non inferiore a euro 10.000,00. SCADENZA I termini di operatività...

Leggi tutto
INFORMATIVA TITOLO II CIRCOLANTE
in News
Beneficiari dell’aiuto sono le Piccole e Medie Imprese operanti in qualunque settore merceologico (MANIFATTURIERO – COMMERCIO – TURISMO – SERVIZI), escluso il settore agricolo ed agroalimentare. L’intervento a favore delle PMI (Piccole e Medie Imprese) pugliesi è finalizzato ad abbattere il costo che dovranno sostenere per far fronte a carenze di liquidità, a seguito del fermo imposto dalla condizione emergenziale edai danni causati dall’epidemia “Covid-19”. Le domande di aiuto potranno essere presentate anche per la copertura di spese sostenute a partire dal 01/02/2020. L’importo di ogni singola operazione di finanziamentofinalizzato a coprire carenze di liquidità, concesso da un Soggetto Finanziatore (Banca o Confidi) accreditato con la Regione Puglia,non dovrà essere inferiore ad euro 30.000,00 e superiore ad euro 2.000.000,00. Il contributo sarà erogato a fondo perduto nella misura del 20%, che può arrivare fino ad un massimo del 30%, se l’impresa si impegna a mantenere i livelli occupazionali che aveva alla data del 31/12/2019. Il finanziamento dovrà avere una durata minima di 24 mesi e prevedere un periodo di preammortamento di 12 mesi. Le domande di aiuto potranno essere presentate a far data dal 4 giugno 2020.  

INFORMATIVA BANDO “MICROPRESTITO”
in News
Possono presentare istanza di finanziamento le microimprese, le piccole imprese, i professionisti titolari di Partite IVA che non abbiano generato ricavi  superiori ad  € 400.000,00 (escluso il settore agricoltura ed il settore agroalimentare).   Il finanziamento erogatodirettamente  dalla Regione Puglia tramite Puglia Sviluppo  da rimborsare a tasso zero in 60 mesi, oltre a 12 mesi di preammortamento, sarà pari ad:   - € 5.000,00 per le imprese che abbiano avuto ricavi/compensi/fatturato inferiori ad € 20.000,00 nel 2019;   - € 10.000,00 per le imprese che abbiano avuto ricavi/compensi/fatturato compresi tra € 20.000,00 ed € 40.000,00 nel 2019;   - 25% dei ricavi/compensi/fatturato dell’esercizio 2019  per le imprese che abbiano avuto ricavi/compensi compresi tra € 40.000,00 ed € 120.000,00 nell’esercizio 2019;   -  € 30.000,00 per le imprese che abbiano avuto ricavi compresi tra € 120.000,00 ed € 350.000,00 nel 2019.   Al beneficiario viene erogato inoltre un contributo a fondo perduto pari al 20%.     Le domande di aiuto potranno essere presentate a far data dal 4 giugno 2020.    

INFORMATIVA BANDO “MICROPRESTITO”
in News
Possono presentare istanza di finanziamento le microimprese, le piccole imprese, i professionisti titolari di Partite IVA che non abbiano generato ricavi  superiori ad  € 350.000,00 (escluso il settore agricoltura ed il settore agroalimentare).   Il finanziamento erogato dalla Regione Puglia da rimborsare a tasso zero in 60 mesi, oltre a 12 mesi di preammortamento,  sarà pari ad:   - € 5.000,00 per le imprese che abbiano avuto ricavi inferiori ad € 20.000,00 nel 2019;   - € 10.000,00 per le imprese che abbiano avuto ricavi compresi tra € 20.000,00 ed € 40.000,00 nel 2019;   -  € 20.000,00 per le imprese che abbiano avuto ricavi compresi tra € 40.000,00 ed € 120.000,00 nel 2019;   -  € 30.000,00 per le imprese che abbiano avuto ricavi compresi tra € 120.000,00 ed € 350.000,00 nel 2019.   Al beneficiario viene erogato inoltre un contributo a fondo perduto pari al 20% del finanziamento.     Le domande di aiuto potranno essere presentate a far data dal giorno successivo alla pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

INFORMATIVA TITOLO II “COVID-19”
in News
Beneficiari dell’aiuto sono le Piccole e Medie Imprese operanti in qualunque settore merceologico (MANIFATTURIERO – COMMERCIO – TURISMO – SERVIZI), escluso il settore agricolo ed agroalimentare. L’intervento a favore delle PMI (Piccole e Medie Imprese) pugliesi è finalizzato ad abbattere il costo che dovranno sostenere per far fronte a carenze di liquidità, a seguito del fermo imposto dalla condizione emergenziale  ed ai danni causati dall’epidemia “Covid-19”. Le domande di aiuto potranno essere presentate anche per la copertura di spese sostenute a partire dal 01/02/2020. L’importo di ogni singola operazione di finanziamento finalizzato a coprire carenze di liquidità, concesso da un Soggetto Finanziatore (Banca o Confidi) accreditato con la Regione Puglia, non dovrà essere inferiore ad euro 30.000,00 e superiore ad euro 2.000.000,00. Il contributo sarà erogato  a fondo perduto nella misura del 20%, che può arrivare fino ad un massimo del 30%, se l’impresa si impegna a mantenere i livelli occupazionali che aveva alla data del 31/12/2019. Il finanziamento dovrà avere una durata minima di 24 mesi e prevedere un periodo di preammortamento. Le domande di aiuto potranno essere presentate a far data dal giorno successivo alla pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

INVITALIA – COVID 19 – IMPRESA SICURA : BANDO PER L’ACCESSO AL RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE DALLE IMPRESE PER L’ACQUISTO DI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE
in News
Impresa Sicura è il bando di Invitalia rivolto alle aziende che vogliono chiedere un rimborso per le spese sostenute per l’acquisto di DPI, finalizzati al contenimento e al contrasto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19   BENEFICIARI Impresa SIcura si rivolge a tutte le imprese, indipendentemente dalla dimensione, dalla forma giuridica e dal settore economico in cui operano che, alla data di presentazione della domanda di rimborso, siano: regolarmente costituite e iscritte come “attive” nel Registro delle imprese con sede principale o secondaria sul territorio nazionale nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non in liquidazione volontaria e non sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatoria.   COSA FINANZIA Con Impresa Sicura è possibile richiedere il rimborso delle spese per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale, sostenute tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso.  Impresa Sicura rimborsa l’acquisto di: mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3; guanti in lattice, in vinile e in nitrile; dispositivi per protezione oculare; indumenti di protezione quali tute e/o camici; calzari e/o sovrascarpe; cuffie e/o copricapi; dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea; detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici   CONTRIBUTO Il rimborso è concesso nella misura del 100% nel limite massimo di €500,00 per addetto e €150.000,00 per le imprese.   COME FUNZIONA... Impresa SIcura si svolge in 3 fasi: 1 – Prenotazione del rimborso Le imprese interessate possono inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, attraverso uno sportello informatico dedicato. 2- Pubblicazione dell’elenco delle prenotazioni Invitalia pubblicherà l’elenco di tutte le imprese che hanno inoltrato la prenotazione, in ordine cronologico. Nell’elenco saranno comunicate: le prenotazioni ammesse a presentare domanda di rimborso le prenotazioni risultate non ammissibili. 3 – Presentazione della domanda di rimborso Le imprese ammesse, potranno compilare la domanda di rimborso dalle ore 10.00 del 26 maggio 2020 alle ore 17.00 dell’11 giugno 2020 attraverso la procedura informatica che sarà attivata sul sito web dell’Agenzia.   Erogazione rimborsi Le attività per...

Leggi tutto
Result 1 - 10 of 498

  Archivio