Archivio per categoria:"News"

P.O.R. Puglia FESR 2014 – 2020 – Asse III – Azione 3.4 Misura A – AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE DELLE FILIERE CULTURALI, TURISTICHE, CREATIVE E DELLO SPETTACOLO
in News
Nell'ambito del P.O.R. Puglia 2014-2020, l’azione 3.4 ha il fine di supportare le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) Culturali e Creative, favorendo l’imprenditorialità giovanile, nel settore dei servizi integrati culturali e di accoglienza con valenza intersettoriale e interdisciplinare, per la creazione di contenuti innovativi e servizi complementari connessi alla valorizzazione e alla migliore fruizione degli attrattori culturali e naturali. Possono essere finanziate le proposte progettuali di interventi su beni siti sul territorio regionale pugliese, identificabili come attrattori culturali e naturali o collegati ad identificati attrattori culturali e naturali*, anche attraverso la creazione di partenariati e reti tra imprese delle filiere culturali, turistiche, creative e dello spettacolo e la contaminazione tra settori e ambiti disciplinari diversi (ad esclusione dei settori prettamente commerciali), funzionali ad accrescere le potenzialità di valorizzazione dei paesaggi culturali, nonché a potenziare e qualificare la domanda e l'offerta culturale. Misura A - SALE CINEMATOGRAFICHE Interventi di recupero fisico e/o funzionale delle sale cinematografiche in esercizio o attualmente dismesse o chiuse, anche finalizzati all'ottenimento dei permessi necessari al regolare svolgimento dell' esercizio cinematografico nonché di altre attività/servizi integrati e complementari, allo scopo di rafforzare la presenza di presidi socioculturali sostenibili sul territorio attraverso la filiera integrata del cinema e dell'audiovisivo. Si precisa che sono identificati come attrattori culturali e naturali:** i beni culturali e gli istituti e luoghi di cultura come definiti ai sensi del Codice dei beni culturali e del paesaggio (D. Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 e ss.mm.), i beni paesaggistici e gli ulteriori contesti paesaggistici come definiti dall' art. 38 commi 2 e 3 delle NTA del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR); le «sale cinematografiche storiche» dichiarate di interesse culturale, ai sensi del Codice dei beni culturali, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e ss.mm.ii., ovvero la sala esistente in data anteriore al 1 °...

Leggi tutto
P.O.R. Puglia FESR 2014 – 2020 – Asse III – Azione 3.4 – AVVISO PUBBLICO PER IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE DELLE FILIERE CULTURALI, TURISTICHE, CREATIVE E DELLO SPETTACOLO
in News
Nell'ambito del P.O.R. Puglia 2014-2020, l’azione 3.4 ha il fine di supportare le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) Culturali e Creative, favorendo l’imprenditorialità giovanile, nel settore dei servizi integrati culturali e di accoglienza con valenza intersettoriale e interdisciplinare, per la creazione di contenuti innovativi e servizi complementari connessi alla valorizzazione e alla migliore fruizione degli attrattori culturali e naturali. MISURA C - LUOGHI D'ARTE E PRODUZIONE CULTURALE E CREATIVA Interventi finalizzati all'ampliamento, alla realizzazione, al miglioramento, alla riqualificazione di beni e luoghi d'arte e produzione culturale e creativa, adibiti o da adibire a: 3 .1.3 .1. centri o spazi culturali e artistici, cineteche, biblio-mediateche e altre analoghe infrastrutture , organizzazioni e istituzioni culturali e artistiche; 3.1.3.2 . centri per la conservazione, promozione e diffusione del patrimonio culturale materiale e immateriale, mobile e immobile, connessi a siti archeologici, monumenti, luoghi della memoria ed edifici storici, nonché al patrimonio naturale, e alle bellezze paesaggistiche; 3.1.3.3. laboratori, arts factory, empori della creatività e dell'innovazione culturale, teatri di posa e luoghi della cultura per attività di educazione e produzione culturale e artistica e sensibilizzazione sulla tutela e promozione della diversità e ricchezza delle espressioni culturali dal punto di vista storico, artistico, figurativo, performativo, visivo, letterario, demo-etnoantropologico, prioritariamente orientati all'audience development attraverso la costruzione di un sistema integrato di attrattori culturali e naturali. Tali interventi puntano a stimolare la crescita e l'occupazione del settore, nonché a diversificare e ampliare la qualità dell'offerta culturale al pubblico, attraverso:  l'adeguamento funzionale degli spazi e dei luoghi all'Interno del patrimonio recuperato per accrescerne l'attrattività territoriale e la fruibilità; lo sviluppo di una cultura d'impresa della filiera culturale e creativa in un'ottica di crescita socio economica dei territori di riferimento e di incremento dell'occupazione nel settore, favorendo la definizione di nuovi modelli economici e lo sviluppo delie capacità gestionali del patrimonio culturale, attraverso il ricorso alle...

Leggi tutto
Attuazione degli interventi per la creazione e il consolidamento dei distretti del cibo
in News
Il decreto disciplina, i criteri, le  modalita'  e  le procedure per l'attuazione dei Contratti di distretto e Contratto  di distretto Xylella le relative misure agevolative per la realizzazione dei Programmi. Gli interventi di cui al  presente decreto sono diretti a concedere aiuti compatibili con il mercato interno. Misure agevolative Le agevolazioni di cui al  presente  decreto  sono  concesse  nella forma del Contributo in conto capitale.Possono essere ammessi alle  agevolazioni Contratti di distretto che prevedono programmi con un ammontare delle spese ammissibili compreso tra 4 milioni e 50  milioni  di  euro. Contratto di distretto e Contratto di distretto Xylella Il Contratto di distretto ha lo scopo di promuovere lo  sviluppo territoriale, ridurre  lo   spreco   alimentare   e salvaguardare il territorio  e  il  paesaggio  rurale  attraverso  le attivita' agricole a agroalimentari.            Il Contratto di distretto Xylella ha lo scopo di realizzare un programma di rigenerazione dell'agricoltura nei territori colpiti dal  batterio Xylella fastidiosa, anche attraverso il recupero di colture  storiche di qualita'.   Soggetti proponenti e soggetti beneficiari Sono  soggetti  proponenti  del  Contratto  di   distretto   le rappresentanze di distretti del ciboSono soggetti beneficiari delle agevolazioni  del  Contratto  didistretto le seguenti categorie di imprese: a)      le imprese anche  in forma consortile, le societa' cooperative e loro consorzi, nonche' le imprese organizzate in reti  di  imprese,  che  operano  nel  settore agricolo e agroalimentare; b)      le organizzazioni di produttori agricoli e le associazioni  di organizzazioni di produttori agricoli c)      le societa' costituite tra soggetti che esercitano l'attivita' agricola e le imprese commerciali e/o industriali  e/o  addette  alla distribuzione, purche' almeno il 51 per cento  del  capitale  sociale sia posseduto da imprenditori agricoli, cooperative agricole  e  loro consorzi o da organizzazioni  di  produttori d)      i distretti laddove  costituiti  in  forma societaria. Interventi ammissibili Gli interventi ammissibili alle agevolazioni comprendono le seguenti tipologie: ·         investimenti in attivi materiali e  attivi  immateriali  nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria; ·         investimenti per la...

Leggi tutto
INFORMATIVA BANDO GAL TAVOLIERE Azione 1: Start up nel Tavoliere innovativo (Aiuti all’avviamento di attività extra-agricole nelle zone rurali) Intervento 1.3 Sviluppo di servizi di accoglienza, degustazione e prima informazione sui prodotti delle imprese del territorio con connessi servizi di promozione anche internazionale. Azione 2 Imprese Innovatrici che diversificano nel Tavoliere (Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole) Intervento 2.3 Erogazione di servizi di accoglienza, ospitalità, degustazione e prima informazione sui prodotti delle imprese del territorio con connessi servizi di promozione e marketing anche internazionale
in News
OBIETTIVI L’attivazione delle azioni 1 e 2 con i relativi interventi è finalizzata a sostenere investimenti per la nascita di nuove imprese e/o diversificazione di quelle esistenti nei settori chiave ed emergenti dell’economia rurale, con l’intento di rinnovare e innovare il tessuto imprenditoriale e creare nuova occupazione qualificata nell’area GAL BENEFICIARI: Microimprese e piccole imprese LOCALIZZAZIONE: Carapelle, Cerignola, Ordona, Orta Nova, Stornara e Stornarella TIPOLOGIE DI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI: Per le tipologie degli investimenti ammissibili: ·Azione 1 Intervento 1.3 (Aiuti all’avviamento di attività extra-agricole nelle zone rurali) Trattandosi di un premio forfettario, non è direttamente collegabile ad operazioni o investimenti sostenuti dal beneficiario per i quali è necessaria la rendicontazione delle spese. Il premio è subordinato alla presentazione ed ammissione a finanziamento di un piano di investimenti nell’azione 2 per l’intervento pertinente. Azione 2 Intervento 2.3 Erogazione di servizi di accoglienza, ospitalità, degustazione e prima informazione sui prodotti delle imprese del territorio con connessi servizi di promozione e marketing anche internazionale. Esempi di Tipologie di investimenti finanziabili: Ristorazione tipica e d’asporto con la salvaguardia della tipicità. Tali attività dovranno garantire l’utilizzo di prodotti agricoli e agroalimentari tipici del territorio. · Attività commerciali per la vendita di prodotti agroalimentari, artigianali e della tradizione, anche con l’utilizzo di forme e modalità innovative; · Attività di degustazione e prima informazione sui prodotti tradizionali e tipici delle imprese del territorio (laboratori per il recupero delle attività e dei prodotti della tradizione, attività di ristorazione tipica e d’asporto con salvaguardia della tipicità; · attività ricettive di piccole dimensioni, non classificate come strutture alberghiere, Il sostegno di cui all’Azione 2 Intervento 2.3 prevede le seguenti spese ammissibili: · ristrutturazione, ammodernamento e adeguamento funzionale di beni immobili esistenti da destinare/destinati all’attività aziendale; · acquisto di macchinari, attrezzature, arredi ed impianti strettamente funzionali all’attività per le finalità dell’intervento; · spese generali (onorari di architetti, agronomi, ingegneri e consulenti, studi di fattibilità, spese sostenute per la garanzia fideiussoria, spesa per la tenuta di conto corrente bancario o postale purché...

Leggi tutto
BANDO PUBBLICO GAL TAVOLIERE – Azione 1: Start up nel Tavoliere innovativo (Aiuti all’avviamento di attività extra-agricole nelle zone rurali) Intervento: 1.2 Sviluppo di servizi alla persona Azione 2 Imprese Innovatrici che diversificano nel Tavoliere (Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole) Intervento: 2.2 Erogazione di servizi alla persona
in News
Finalita’ L’attivazione delle azioni 1 e 2 con i relativi interventi è finalizzata a sostenere investimenti per la nascita di nuove imprese e/o diversificazione di quelle esistenti nei settori chiave ed emergenti dell’economia rurale, con l’intento di rinnovare e innovare il tessuto imprenditoriale e creare nuova occupazione qualificata nell’area GAL.   Localizzazione degli interventi Gli interventi sostenuti dal presente bando pubblico dovranno essere realizzati nell’area territoriale di competenza del GAL Tavoliere s.c.ar.l. coincidente con i territori dei Comuni di Carapelle, Cerignola, Ordona, Orta Nova, Stornara e Stornarella.   Beneficiari Microimprese e piccole imprese   Tipologie di investimenti e costi ammissibili Azione 1 Intervento 1.2 (Aiuti all’avviamento di attività extra-agricole nelle zone rurali) Trattandosi di un premio forfettario, non è direttamente collegabile ad operazioni o investimenti sostenuti dal beneficiari per i quali è necessaria la rendicontazione delle spese. Il premio è subordinato alla presentazione ed ammissione a finanziamento di un piano di investimenti nell’azione 2 per l’intervento pertinente.   Azione 2 Intervento 2.2   Erogazione di servizi alla persona Esempi di Tipologie di investimenti finanziabili: servizi educativi e didattici, attività sociali/socioassistenziali/socioeducative destinati alla popolazione locale (ludoteche, baby-sitting, centri ricreativi per anziani, etc); attività di impresa nell’ambito della cultura, delle attività ludico-ricreative per intrattenimento, sport, escursionismo e tempo libero (biblioteche, piccoli centri ricreativi, centri adibiti alla presentazione di produzioni cinematografiche e/o spettacoli, centri fitness, centri benessere, attività di intrattenimento e di sport, anche rivolte alle persone con disabilità, ai giovani con problematiche di inserimento sociale, etc);   Il sostegno di cui all’Azione 2 Intervento 2.2 prevede le seguenti spese ammissibili: ristrutturazione, ammodernamento e adeguamento funzionale di beni immobili esistenti da destinare/destinati all’attività aziendale; acquisto di macchinari, attrezzature, arredi ed impianti strettamente funzionali all’attività per le finalità dell’intervento; spese generali nella misura massima del 12% della spesa ammessa a finanziamento. Le spese collegate a soli macchinari non possono superare il 6% delle spese ammesse a finanziamento. investimenti immateriali (fino ad...

Leggi tutto
FEAMP 2014/2020 REGIONE PUGLIA Misura 1.42 – Valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate
in News
Oggetto dell’avviso La Misura è finalizzata a migliorare il valore aggiunto, la qualità del pesce catturato e realizzare il miglior uso possibile delle catture indesiderate.   Beneficiari Sono beneficiari per gli investimenti che valorizzino i prodotti della pesca, in particolare consentendo ai pescatori di provvedere alla trasformazione, alla commercializzazione e alla vendita diretta delle proprie catture, armatori e proprietari di pescherecci.   Sono beneficiari per gli  investimenti innovativi a bordo che migliorino la qualità dei prodotti della pesca unicamente i proprietari dei pescherecci.   Limiti di spesa e Intensità dell’aiuto L’importo della spesa massima ammissibile per ciascun peschereccio sarà concesso in relazione alla lunghezza fuori tutto del peschereccio nei seguenti limiti:   RANGE LFT (m) Spesa massima ammessa (in €) per progetto <12m 50.000,00 12-24m 75.000,00 >24m 100.000,00   La Misura prevede un’intensità massima di aiuto pubblico pari al 50% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari. L’intensità dell’aiuto è cosi determinata: Per gli interventi connessi alla pesca costiera artigianale (la pesca praticata da pescherecci di lunghezza fuori tutto (LFT) inferiore a 12 metri che non utilizzano gli attrezzi trainati) è prevista un’intensità di aiuto pari all’80% Per gli interventi attuati da imprese che non rientrano nella definizione di PMI è prevista un’intensità di aiuto pari al 30%   Interventi ammissibili e spese ammissibili Sono ritenuti ammissibili gli interventi che contribuiscono alla diversificazione del reddito dei pescatori tramite lo sviluppo delle nuove attività complementari (gli investimenti sulle attività esistenti non sono ammissibili al sostegno) compresi gli interventi a bordo, come: Investimenti a bordo Turismo legato alla pesca sportiva Ristorazione Servizi ambientali legati alla pesca Attività pedagogiche relative alla pesca   Le spese ammissibili: Acquisto di mezzi/attrezzature atti al trasporto quali automezzi per la conservazione della catena del freddo e mezzi utilizzati per la somministrazione di “cibo da strada” Investimenti in attrezzature tecnologiche Adeguamento dell’imbarcazione e delle attrezzature di bordo per effettuare il pesca turismo Opere murarie e/o impiantistiche inerenti il progetto compresi interventi per l’accessibilità e il superamento delle barriere architettoniche finalizzati...

Leggi tutto
FEAMP 2014/2020 REGIONE PUGLIA – Misura 1.30 – Diversificazione e nuove forme di reddito
in News
Oggetto dell’avviso La Misura è finalizzata a sostenere investimenti che contribuiscano alla diversificazione del reddito dei pescatori tramite lo sviluppo di nuove attività complementari, compresi investimenti a bordo, turismo legato alla pesca sportiva, ristorazione, servizi ambientali legati alla pesca e attività pedagogiche relative alla pesca.   Beneficiari il sostegno è concesso esclusivamente ai pescatori (persona fisica o giuridica che esercita l’attività di pesca professionale).   Intensità dell’aiuto La Misura prevede un’intensità massima dell’aiuto pubblico pari al 50% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari. L’importo massimo del sostegno concesso per progetto e per soggetto beneficiario è fissato in euro 75.000,00.   Interventi ammissibili e spese ammissibili Sono ritenuti ammissibili i seguenti interventi: Investimenti che valorizzano i prodotti della pesca, in particolare consentendo ai pescatori di provvedere alla trasformazione, alla commercializzazione e alla vendita diretta delle proprie catture; Investimenti innovativi a bordo che migliorino la qualità dei prodotti della pesca.   Le principali spese ammissibili riguardano: Spese per la fornitura e la posa in opera di cassoni coibentati e spese strettamente inerenti l’acquisto dei sistemi di refrigeramento delle celle frigorifere per i prodotti ittici L’acquisto di un automezzo dotato di coibentazione e gruppo frigorifero, non amovibile dalla motrice Macchine per il trattamento del pescato Macchine per la fabbricazione del ghiaccio Impianti frigoriferi Ristrutturazione e isolamento della stiva Acquisto macchinari, attrezzature per la lavorazione, la prima trasformazione, conservazione, confezionamento, etichettatura e commercializzazione e vendita diretta dei prodotti della pesca, incluse quelle per il trattamento degli scarti Opere murarie e/o impiantistiche strettamente inerenti al progetto, ivi compresi interventi per l’accessibilità e il superamento delle barriere architettoniche Investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici necessari alla realizzazione del progetto Utilizzo delle attrezzature per la realizzazione dell’operazione: ammortamenti, noleggi e leasing.   Scadenza: 11/11/2019

Sottomisura 5.1 – Sostegno a investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici
in News
SOGGETTI BENEFICIARI Agricoltori, Associazioni di agricoltori e le Aziende agricole di Enti Pubblici a condizione che sia stabilito un nesso tra l’investimento intrapreso e il potenziale produttivo agricolo. Gli investimenti sono ammissibili agli aiuti se la loro realizzazione è prevista su superfici e strutture (serre fisse) condotte in proprietà e/o affitto. TIPOLOGIE DI INTERVENTO E COSTI AMMISSIBILI Adeguamento delle strutture per la produzione vivaistica secondo criteri di certificazione in serre a prova di insetto per contrastare la diffusione della Xylella fastidiosa. Investimenti materiali finalizzati alla protezione della produzione vivaistica delle “specie specificate” ai sensi della Decisione di Esecuzione (UE) 2015/789 della Commissione e s.m.i. in strutture a “prova di insetto” Tali investimenti realizzati con l’impiego di reti prevalentemente in polietilene ad alta densità hanno lo scopo di costituire una barriera fisica impedendo il contatto delle colture con i vettori del patogeno da quarantena Xylella fastidiosa. Gli investimenti prevedono, oltre all’utilizzo di reti idonee al contenimento dell’insetto vettore attualmente conosciuto (Philenus spumarius fam. Hemiptera Aphrophoridae), anche interventi necessari per l’adeguamento di strutture già esistenti (serre) da rendere a “prova di insetto”.   TIPOLOGIA ED ENTITA’ DEL SOSTEGNO PUBBLICO Per tutti gli interventi ammissibili al sostegno l’aliquota contributiva è pari al 100%. E’ prevista la concessione di sostegno pubblico nella forma di contributo in conto capitale. E’ previsto un massimale di investimento pari a euro 150.000,00 comprensivo di spese generali.   MODALITA’ E TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE OPERATIVITA’ DEL PORTALE SIAN: DAL 18/09/2019 AL 18/10/2019

GAL DAUNOFANTINO SRL INTERVENTO 4.3 – INVESTIMENTI PER LA VENDITA DIRETTA, CONSERVAZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI
in News
OBIETTIVI L’Intervento 4.3 “INVESTIMENTI PER LA VENDITA DIRETTA, CONSERVAZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI ITTICI” prevede investimenti volti a offrire al turista/consumatore un rinnovato rapporto produttore/consumatore funzionale alla caratterizzazione della destinazione turistica.   INTERVENTI Sono previsti i seguenti sotto interventi: Sviluppo di canali innovativi di distribuzione dei prodotti della pesca e acquacoltura coerenti con la struttura del GAL (TIPOLOGIA A) Interventi infrastrutturali e/o strutturali per la creazione di servizi che agevolino la vendita diretta, la conservazione e la tracciabilità dei prodotti ittici (TIPOLOGIA B) Sono considerati interventi di TIPOLOGIA A: Sistemi innovativi per la commercializzazione diretta (vendita itinerante, vendita online, box schermes, vendita con consegna a domicilio di prodotti ittici, iniziative di collaborazione con altri produttori locali) Sono considerati interventi di TIPOLOGIA B: Attrezzature e infrastrutture per la conservazione, trasformazione e commercializzazione deei prodotti della pesca nonché per migliorare la tracciabilità del prodotto, l’etichettatura e la gestione delle informazioni ai consumatori; Strutture fisse o mobili per la vendita diretta del pescato e/o per la cottura del pescato Vendita diretta dei prodotti ittici a bordo dell’imbarcazione Investimenti a bordo e a terra per la fornitura del prodotto ittico ai GAS, ristoranti o GDO; Realizzazione, implementazione e promozione del brand “terra d’acqua” che caratterizzi , promuova e valorizzi le produzioni ittiche del territorio all’interno dei percorsi enogastronomici Sistema di gestione informatizzata degli sbarchi che agevoli la tracciabilità dei prodotti della pesca locali e coordini e favorisca azioni di vendita diretta immediate ed efficaci connesse con il sito GAL.   SOGGETTI AMMISSIBILI Imprenditori ittici che praticano in forma singola o associata   DOTAZIONE FINANZIARIA E INTENSITA’ DELL’AIUTO TIPOLOGIA A: costo totale compreso fra un minimo di € 5.000,00 ed un massimo di € 30.000,00 TIPOLOGIA B: costo totale compreso fra un minimo di € 30.000,00 ed un massimo di € 150.000,00 TIPOLOGIA A + TIPOLOGIA B: costo totale compreso fra un minimo di € 40.000,00 ed un massimo di € 150.000,00   L’intervento prevede un’intensità massima dell’aiuto pari...

Leggi tutto
GAL DAUNOFANTINO SRL INTERVENTO 4.2 – PROMOZIONE DELLA DIVERSIFICAZIONE IN AMBITO ITTICO E INNOVAZIONE DEI PRODOTTI OFFERTI IVI COMPRESI TURISMO MARITTIMO E COSTIERO
in News
OGGETTO Finanziare iniziative di diversificazione della pesca quali ittiturismo e pescaturismo in cooperazione con attività extra-agricole e di turismo marittimo e costiero, comprese tutte le attività ricreative balneari e della fascia costiera; rendere il territorio un centro permanente per l’animazione e la valorizzazione del patrimonio ambientale rurale, marino e costiero caratterizzato dalla compresenza degli elementi identitari e dalla visibilità per turisti e abitanti della comunità locale; avviare iniziative di diversificazione delle attività della pesca finalizzate al rafforzamento delle comunità locali nella gestione integrata delle stesse con il settore turismo; il turismo costiero comprenderà tutte le attività ricreative balneari e le altre che caratterizzano attività ricreative della fascia costiera, di contro il turismo marittimo comprenderà le attività in acqua con le collegate strutture di terra. SOGGETTI AMMISSIBILI Imprenditori ittici che praticano in forma singola o associata.   INTERVENTI AMMISSIBILI La Misura consente di realizzare investimenti che contribuiscono alla diversificazione del reddito dei pescatori tramite lo sviluppo di attività complementari correlate all’attività principale della pesca, come: Investimenti a bordo Turismo legato alla pesca sportiva Ristorazione Servizi ambientali legati alla pesca Realizzazione e gestione di eventi eco-turistici, culturali e di promozione delle tradizioni e prodotti del territorio, dunque attività pedagogiche relative alla pesca tra cui le attività di animazione della comunità SPESE AMMISSIBILI Le categorie di spese ammissibili riguardano: bagni, cucine, sistemazioni coperte, passerelle, scalette, panchine, corrimano e tutto ciò che attiene alla sicurezza dei turisti; apparecchiature di bordo finalizzate alla sicurezza dei turisti ad esclusione di beni di facile consumo; attrezzature per la somministrazione di alimenti e bevande, ad esclusione di beni di facile consumo e in osservanza delle norme igienico sanitarie vigenti; postazioni pc finalizzate all’educazione ambientale e quanto utile per lo svolgimento dell’attività di pesca turismo a bordo; opere murarie e/o impiantistiche, ivi compresi interventi per l’accessibilità e il superamento delle barriere architettoniche strettamente inerenti l’attività di diversificazione realizzata; spese per l’acquisto di attrezzature per svolgere servizi ambientali e attività pedagogiche...

Leggi tutto
Result 21 - 30 of 482

  Archivio