Archivio per categoria:"News"

REGIONE PUGLIA PO FEAMP 2014/2020 Misura 5.69 Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura
in News
OBIETTIVI DELL’AVVISO Si prevede di innovare sia le strutture che i processi produttivi e, al contempo, la possibilità di lavorare sottoprodotti derivanti da attività di trasformazione principale, di prodotti dell’acquacoltura biologica, di prodotti provenienti da catture commerciali che non possono essere destinate al consumo umano.  Inoltre, sono previsti investimenti che per le realizzazione di prodotti nuovi o migliorati, che portano a processi nuovi o migliorati o sistemi di gestione e di organizzazione nuovi o migliorati.   BENEFICIARI Micro, Piccole e Medie Imprese (PMI).   SPESE AMMISSIBILI – Nuova costruzione limitatamente all’area del sito produttivo; – Adeguamento/ampliamento di fabbricati esistenti; – Acquisto di terreni non edificati (nel limite massimo del 10% della spesa totale ammissibile); – Acquisto di terreni edificati (nel limite massimo del 10% della spesa totale ammissibile), purché l’immobile non sia stato oggetto di finanziamento pubblico nel corso dei 10 anni precedenti; – Macchinari e attrezzature per la trasformazione, commercializzazione dei prodotti/sottoprodotti, etichettatura; – Sistemi di refrigerazione compresi cassoni coibentati (motrice non finanziabile); – Servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware. – Interventi migliorativi della sicurezza, dell’igiene, della salute e delle condizioni di lavoro; – Interventi volti al risparmio energetico o alla riduzione dell’impatto sull’ambiente, incluso il trattamento dei rifiuti;   Non sono ammissibili a finanziamento :   – Investimenti relativi al commercio al dettaglio; – Interventi di riparazione e/o manutenzione ordinaria; – Acquisto di arredi ed attrezzature d’ufficio diverse da quelle informatiche e di laboratorio; – Opere di abbellimento e spazi verdi.   MASSIMALE D’INTERVENTO Spesa massima ammissibile per progetto e soggetto beneficiario : € 1.500.000,00   INTENSITÀ DELL’AIUTO L’intensità massima dell’aiuto pubblico è pari al 50% delle spese ammesse  

“PUGLIASOCIALE IN – Imprese Sociali” AVVISO PUBBLICO PER IL FINANZIAMENTO DI INTERVENTI DI DIFFUSIONE E RAFFORZAMENTO DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE A CONTENUTO SOCIALE
in News
OBIETTIVI Il presente Avviso attende ai seguenti obiettivi specifici: il sostegno alle sperimentazioni di servizi, iniziative, attività, prodotti o soggetti di innovazione sociale, che valorizzino il contributo degli utenti nella progettazione e nella realizzazione dei servizi, la valorizzazione di risorse latenti e/o sottoutilizzate della società, le connessioni territoriali e la valorizzazione delle identità locali; la creazione di processi di innovazione che consentano di generare un cambiamento nelle relazioni sociali e risponda a nuovi bisogni ancora non soddisfatti dal mercato e dallo Stato, o crei risposte più soddisfacenti a bisogni esistenti; l’integrazione socio lavorativa di comunità marginali e soggetti svantaggiati; la tutela e rigenerazione delle risorse naturali.   CHI PUÒ PARTECIPARE Micro, piccole e medie imprese che esercitano in via stabile e principale un'attività d'impresa di interesse generale, senza scopo di lucro e per finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, adottando modalità di gestione responsabili e trasparenti e favorendo il più ampio coinvolgimento dei lavoratori, degli utenti e di altri soggetti interessati alle loro attività.   AREE PRIORITARIE DI INTERVENTO I progetti dovranno riguardare una o più delle seguenti aree prioritarie di intervento (in numero massimo di tre): attrattività del territorio, turismo e accoglienza attraverso modelli innovativi e diffusi nella comunità; agricoltura sociale e contrasto alle forme di sfruttamento del lavoro in agricoltura; cultura e creatività; settori alimentare, energetico, ambientale e manifatturiero con l’approccio dell’economia circolare; sperimentazione di modelli di welfare generativo per i gruppi sociali in condizioni di maggiore fragilità sociale ed economica; sostegno alle attività di accompagnamento al lavoro di fasce deboli della popolazione (giovani, donne, disabili, migranti, ecc.); recupero dei mestieri tradizionali e delle tradizioni locali per il marketing territoriale e l’attivazione di nuove attività economiche per l’animazione socioeconomica dei centri storici e delle periferie; contrasto a condizioni di fragilità e di svantaggio della persona al fine di intervenire sui fenomeni di marginalità e di esclusione sociale, con particolare riferimento alle persone senza dimora, a quelle in...

Leggi tutto
DONNE IN CAMPO! Al via la misura di sostegno all’imprenditoria femminile in agricoltura
in News
Si comunica che sul sito ISMEA è aperto il portale dedicato per la presentazione delle domande di ammissione alle agevolazioni "DONNE IN CAMPO - SOSTEGNO ALL'IMPRENDITORIA FEMMINILE IN AGRICOLTURA". Di seguito si riporta breve informativa.   A cosa serve  Favorire lo sviluppo ed il consolidamento di aziende agricole condotte e amministrate da donne.   A chi si rivolge Ad aziende micro, piccole e medie condotte e amministrate da donne, in forma singola o associata.   Caratteristiche dell'intervento Mutui fino a 300.000 euro, della durata variabile da 5 a 15 anni   Agevolazioni Mutuo agevolato, a tasso zero, per un importo non superiore al 95% delle spese ammissibili   Cosa finanzia Progetti di sviluppo che perseguano obiettivi di miglioramento del rendimento e della sostenibilità dell'azienda, miglioramento delle condizioni agronomiche e ambientali, di igiene e benessere degli animali e/o la realizzazione e il miglioramento di infrastrutture connesse allo sviluppo e alla modernizzazione dell'agricoltura.   Spese ammissibili: la spesa per lo studio di fattibilità, nella misura massima del 2% del valore complessivo dell'investimento da realizzare le spese relative alle opere agronomiche, alle opere edilizie e agli oneri per il rilascio delle relative concessioni le spese relative all'acquisto di macchinari, attrezzature e realizzazione impianti le spese per l'acquisto di beni pluriennali la spesa per l'acquisto di terreni, in misura non superiore al 10% dell'investimento da realizzare le spese per i servizi di progettazione, la cui somma, unitamente alle spese per la redazione dello studio di fattibilità, non può superare il 12% dell'investimento da realizzare le spese per la formazione specialistica dei soci e dei dipendenti dell'azienda beneficiaria, funzionali al progetto proposto  

GAL DAUNIA RURALE 2020 s.c.ar.l. AZIONE 1 CREAZIONE, SVILUPPO E PROMOZIONE DEL DAUNIA RURALE FOOD DISTRICT INTERVENTO 1.2 SVILUPPO INNOVATIVO DELLA FASE COMMERCIALE E VENDITA DIRETTA NELLE AZIENDE DI PRODUZIONE TIPICA LOCALE AGRO-ALIMENTARE
in News
OBIETTIVI Il GAL è impegnato ad identificare un Local Food System, dove il prodotto è associato alla sua trasformazione di cibo identificativo dell’Alto Tavoliere, risultato di processi storici, economici, culturali e sociologici stratificati; prodotti, trasformati, commercializzati e consumati principalmente in loco e fortemente riconosciuti dai consumatori per origine, qualità, sostenibilità. In secondo luogo si intende dare vita ad un Local Food Market, finalizzato a migliorare la conoscenza, valorizzazione e diffusione commerciale dei prodotti sul mercato locale, attuando da un lato strategie di forte coinvolgimento dei cittadini e consumatori locali nei processi di creazione di valore aziendale, intorno al prodotto/servizio del brand territoriale.     LOCALIZZAZIONE Apricena, Chieuti, Poggio Imperiale, San Paolo di Civitate, San Severo, Serracapriola, Torremaggiore     SOGGETTO BENEFICIARIO PMI (costituite da microimprese, piccole e medie imprese) in forma singola e associata     TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Gli investimenti ammissibili riguardano: realizzazione/ammodernamento/ampliamento di spazi di vendita aziendali, anche polifunzionali per l’integrazione delle attività di vendita, degustazione, dimostrazione per i consumatori, rappresentazioni culturali e aree adibite a mostre permanenti e non, con priorità per progetti da realizzare all’interno di beni culturali, antiche cantine e frantoi, strutture adibite nei centri storici; realizzazione/ammodernamento/ampliamento di spazi di vendita nelle aziende agricole; progetti di commercio elettronico per la vendita di prodotti agro-alimentari.   Sono ammissibili all’aiuto le seguenti voci di spesa la ristrutturazione, ammodernamento e/o ampliamento di immobili destinati alla commercializzazione di prodotti agricoli; l'acquisto di nuovi impianti, macchinari e attrezzature, anche informatiche, funzionali alle attività del progetto; investimenti immateriali: acquisizione o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali; spese generali     TIPOLOGIA ED ENTITA’ DEL SOSTEGNO PUBBLICO Il sostegno è concesso in forma di contributo in conto capitale fino al 50% del costo totale ammissibile. Il contributo massimo erogabile per domanda è di euro 70.000,00. L’investimento minimo previsto quale condizione di accesso al bando è di euro 50.000,00.     SCADENZA I termini di operatività del portale SIAN sono fissati alla data del 17/09/2020...

Leggi tutto
GAL DAUNIA RURALE 2020 s.c.ar.l. AZIONE 2 Innovazione sociale e occupazionale delle filiere produttive del Daunia Rurale Food District dell’Alto Tavoliere INTERVENTO 2.1 START – UP E SOSTEGNO ALL’INNOVAZIONE DI IMPRESE EXTRA- AGRICOLE A COMPLETAMENTO, QUALIFICAZIONE E SUPPORTO DELL’OFFERTA LOCALE DEL FOOD DISTRICT DELLA DAUNIA RURALE
in News
OBIETTIVI       L’obiettivo del presente intervento è quello di contribuire allo sviluppo occupazionale, sostenendo il ruolo delle microimprese nel rafforzamento del tessuto economico e sociale dell’Alto Tavoliere, favorendo l’avviamento ed il potenziamento dell’imprenditoria nelle zone rurali, sotenendo in tal modo la creazione di posti di lavoro e la creazione di servizi utili alle comunità locali. LOCALIZZAZIONE Apricena, Chieuti, Poggio Imperiale, San Paolo di Civitate, San Severo, Serracapriola, Torremaggiore SOGGETTI BENEFICIARI Sono beneficiari le Microimprese non agricole già attive, o che intendono attivarsi, nei settori di cui alla descrizione degli interventi, con pertinente codice ATECO (Allegato G sotto riportato) TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Servizi per la valorizzazione del Daunia Rurale Food District Saranno selezionati progetti riguardanti: - Attività gastronomiche e di ristorazione innovativa - Servizi turistici di informazione, accoglienza, promozione e valorizzazione dell’offerta - Servizi a supporto delle imprese agricole ed agro-alimentari e della commercializzazione innovativa della produzione tipica locale e dei panieri locali - Attività di e-commerce dell’offerta di prodotti tipici e dell’ospitalità turistica - Attività ricettive di piccole dimensioni non classificate come strutture alberghiere e organizzate in forme innovative di ospitalità nei centri storici delle aree urbane Industrie culturali e creative per la valorizzazione del patrimonio dell’Alto Tavoliere Saranno selezionati progetti riguardanti: - Servizi integrati culturali, complementari e di accoglienza per la valorizzazione del patrimonio  - Artigianato artistico e di design, laboratori di restauro storico e artistico - Imprese operanti nella produzione delle arti grafiche, visive e di spettacolo - Servizi per l’organizzazione di eventi e la valorizzazione artistica delle location di pregio - Servizi di applicazione di soluzione tecnologiche e multimediali per la fruizione e valorizzazione del patrimonio Le spese ammissibili sono: Opere e impianti Opere edili di recupero dei fabbricati aziendali esistenti riconducibili ad interventi di restauro e risanamento conservativo – ristrutturazione edilizia e di intervento di manutenzione straordinaria dei fabbricati, da destinare alle attività sopra indicate (max 30% investimento ammissibile). Sono ammessi anche il recupero/restauro degli...

Leggi tutto
MISURA IN FAVORE DELL’IMPRENDITORIA FEMMINILE IN AGRICOLTURA
in News
Soggetti beneficiari Micro  imprese  e  piccole  e medie imprese  in  qualsiasi  forma costituite, amministrate e condotte da una donna, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo  o  di  coltivatore  diretto,  che  presentino  progetti   per   lo   sviluppo   o   il consolidamento  di  aziende  agricole,  attraverso  investimenti  nel settore   agricolo   e   in    quello    della    trasformazione    e commercializzazione di prodotti agricoli.  Agevolazioni concedibili Sono concessi mutui agevolati, a un tasso pari a zero, della durata minima di cinque anni e massima di quindici anni, comprensiva del periodo di preammortamento, e di importo non superiore a 300.000 euro e comunque non superiore al  95%  delle  spese  ammissibili. L'impresa beneficiaria deve garantire la  copertura  finanziaria del programma di investimento, comprensivo  dell'IVA,  apportando  un contributo finanziario, attraverso risorse  proprie  ovvero  mediante finanziamento esterno pari almeno  al  20%  delle  spese  ammissibili complessive. Il  mutuo  agevolato  deve  essere  assistito  da  garanzie  per l'intero importo concesso, maggiorato del 20% per accessori e per  il rimborso delle spese, acquisibili nell'ambito degli  investimenti  da realizzare.  Iniziative ammissibili I progetti  finanziabili  devono  perseguire  almeno  uno  dei seguenti obiettivi:  a)      miglioramento del rendimento e  della  sostenibilita'  globale dell'azienda agricola mediante una riduzione dei costi di  produzione o un miglioramento e riconversione della produzione e delle attivita' agricole connesse; b)      miglioramento delle condizioni agronomiche  e  ambientali,  di igiene  e  benessere  degli  animali  purche'  non   si   tratti   di investimenti  realizzati  per  conformarsi  alle  norme   dell'Unione europea; c)      realizzazione e miglioramento  delle  infrastrutture  connesse allo    sviluppo,    all'adeguamento    ed    alla    modernizzazione dell'agricoltura. Spese ammissibili Per  la  realizzazione  del  progetto  sono  ammissibili   alle agevolazioni le seguenti spese: a)      studio di fattibilita', comprensivo dell'analisi di mercato nella misura del 2%; b)      opere agronomiche e di miglioramento fondiario; c)      opere edilizie per la costruzione o il miglioramento  di  beni immobili; d)      oneri per il rilascio della concessione edilizia; e)      allacciamenti, impianti, macchinari e attrezzature; f)       servizi di progettazione; g)      beni pluriennali h)     ...

Leggi tutto
BANDO GAL MERIDAUNIA INTERVENTO 2.1.1.- “Sostegno agli investimenti per la trasformazione/commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli dei Monti Dauni”
in News
PREMESSA Come comunicato dal GAL MERIDAUNIA sul sito ufficiale e nel corso delle presentazioni effettuate sulla piattaforma webinar, è di prossima pubblicazione il Bando "Intervento 2.2.1" Sostegno agli investimenti per la trasformazione/commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli dei Monti Dauni"" le cui caratteristiche principali sono di seguito esposte. OBIETTIVI Gli interventi sono finalizzati a favorire la trasformazione/lavorazione/commercializzazione di prodotti agricoli da parte di micro imprese e piccole imprese in forma singola e associata che operano nella trasformazione/lavorazione/commercializzazione di tali prodotti. In particolare sono previsti interventi per: – il miglioramento delle strutture e degli impianti di stoccaggio, lavorazione/trasformazione, confezionamento e commercializzazione dei prodotti agricoli (ristrutturazione, ammodernamento, ampliamento); – l'introduzione di tecnologie e processi innovativi finalizzati a rispondere a nuove opportunità di mercato, a sviluppare prodotti di qualità e alla sicurezza alimentare; – il miglioramento delle performance ambientali del processo produttivo e della sicurezza del lavoro; – investimenti di innovazione digitale. LOCALIZZAZIONE Accadia, Anzano di Puglia, Ascoli Satriano, Bovino, Candela, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore,  Celle  di  San  Vito,  Deliceto,  Faeto,  Monteleone  di  Puglia,  Orsara  di  Puglia,  Panni, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia, Troia, Casalnuovo Monterotaro, Alberona, Biccari, Carlantino,  Casalvecchio  di  Puglia,  Castelnuovo  della  Daunia,  Celenza  Valfortore,  Motta Montecorvino, Pietramontecorvino, Roseto Valfortore, San Marco La Catola, Volturara, Volturino. SOGGETTI BENEFICIARI Micro imprese e piccole imprese in forma singola e associata che operano nella trasformazione/lavorazione/commercializzazione dei prodotti agricoli ed agroalimentari.     TIPOLOGIE DEGLI INVESTIMENTI E COSTI AMMISSIBILI Sono ammissibili all’aiuto i seguenti investimenti: • Opere di ristrutturazione, recupero, adeguamento, piccoli ampliamenti, ammodernamento di beni immobili produttivi ; • Acquisto attrezzature, arredi, hardware e software, strettamente funzionali all’attività; • Impianti di trasformazione/lavorazione e confezionamento dei prodotti aziendali; • Acquisizione brevetti e licenze; • Spese generali nella misura del 12% della spesa ammessa a finanziamento TIPOLOGIA ED ENTITA’ DEL SOSTEGNO PUBBLICO Il sostegno sarà concesso nella forma di contributo in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa ai benefici. Il contributo pubblico massimo non può essere superiore...

Leggi tutto
PSR ABRUZZO 2014/2020 – Intervento 6.4.1 “Sostegno a investimenti per la diversificazione delle imprese agricole”
in News
Requisiti soggettivi per la partecipazione Avere un’età superiore ai 18 anni compiuti. Essere iscritto alla CCIAA e titolare di partita IVA con codice di attività agricola. Essere iscritto all’Anagrafe delle Aziende Agricole, con Fascicolo  Aziendale validato  al momento della presentazione della domanda di sostegno. Essere iscritto o aver presentato domanda di iscrizione ad uno o più  dei  seguenti  Elenchi/Albi  (Operatori  Agrituristici , Operatori di Fattoria didattica, Imprenditori di fattoria sociale) in relazione alle attività di diversificazione già attuata o da attuarsi; Relativamente al servizio di Agrinido: essere in possesso dell’autorizzazione di cui all’Art. 12 del regolamento attuativo approvato  con Decreto  12 novembre 2015, n. 6/Reg. della L.R.  n.  48/2013,  o  in  carenza  di  questa,  allegare  alla  domanda  di  sostegno  impegno dell’istante  a  richiedere  la  prescritta  autorizzazione.   Ambito territoriale di applicazione Intero territorio regionale con esclusione delle Aree “A”: Comune Di Chieti e Comune di Pescara).   Tipologie di investimenti ammissibili a) Investimenti per l'implementazione/miglioramento di attività di diversificazione(agriturismo, fattoria didattica, fattoria sociale, agrinido). b) Investimenti per la  realizzazione  di  piccoli  impianti  aziendali  di  trasformazione  e/o  di spazi attrezzati per la vendita di  prodotti aziendali non compresi nell’Allegato I del Trattato UE.   Spese ammissibili a) Ristrutturazione e ammodernamento dei beni immobili e delle loro aree pertinenziali; b) Costruzione di immobili destinati ad ospitare piccoli impianti di trasformazione e/o spazi attrezzati pèer la vendita di prodotti aziendali non compresi nell’Allegato I del Trattato UE; c) Acquisto di nuovi macchinari, attrezzature per lo svolgimento delle attività; d) Acquisto di hardware e software inerenti o necessari alle attività; e) Realizzazione di  siti  internet  e  applicazioni  per  la  commercializzazione  online  con l’esclusione dei costi di manutenzione e gestione;   f) Spese generali collegate agli investimenti comprensive di spese tecniche per onorari di tecnici incaricati e  consulenti,  compensi  per  consulenze  in  materia  di  sostenibilità ambientale  ed  economica,  inclusi  gli  studi  di  fattibilità,  sono  ammissibili  nel  limite massimo del 4%. Le spese generali, qualora connesse...

Leggi tutto
BONUS DONNE IN CAMPO 2020
in News
È stato approvato il decreto ministeriale che dà attuazione al bonus “Donne in campo”,  con l’istituzione di un fondo rotativo dalla iniziale dotazione pari a 15 milioni di euro, si concederanno mutui a tasso zero fino a 300.000 euro per la durata massima di quindici anni, comprensiva del periodo di preammortamento, alle donne con qualifica di imprenditore agricolo o coltivatore diretto nonché alle società composte al femminile per oltre la metà numerica dei soci e delle quote di partecipazione. I finanziamenti copriranno fino al 95% delle spese ritenute ammissibili. Le iniziative ritenute tali, nello specifico, dovranno riguardare il miglioramento del rendimento e della sostenibilità dell’azienda agricola, attraverso la riduzione dei costi di produzione o la riconversione delle attività agricole. Il miglioramento delle condizioni agronomiche e ambientali, di igiene e benessere animale La realizzazione di infrastrutture connesse allo sviluppo, all’adeguamento e alla modernizzazione dell’agricoltura. Inoltre sarà possibile finanziare l’acquisto di terreni, ma solo per un 10% dell’investimento totale. Richieste ed erogazione del fondo saranno gestite da Ismea.

Nuovo bando Macchinari innovativi
in News
Cos’è Il nuovo bando Macchinari innovativi sostiene la realizzazione, nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, di programmi di investimento diretti a consentire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa ovvero a favorire la transizione del settore manifatturiero verso il paradigma dell’economia circolare. La misura sostiene gli investimenti innovativi che, attraverso la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa mediante l’utilizzo delle tecnologie abilitanti afferenti il piano Impresa 4.0 e/o la transizione dell’impresa verso il paradigma dell’economia circolare, siano in grado di aumentare il livello di efficienza e di flessibilità dell’impresa nello svolgimento dell’attività economica, mediante l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi di investimento, nonché programmi informatici e licenze correlati all’utilizzo dei predetti beni materiali.   A chi si rivolge Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI) che alla data di presentazione della domanda: sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese, sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali; sono in regime di contabilità ordinaria e dispongono di almeno due bilanci approvati e depositati presso il Registro delle imprese, ovvero hanno presentato, nel caso di imprese individuali e società di persone, almeno due dichiarazioni dei redditi; sono in regola con la normativa vigente in materia di edilizia ed urbanistica, del lavoro e della salvaguardia dell’ambiente, nonché con gli obblighi contributivi; non hanno effettuato, nei due anni precedenti la presentazione della domanda, una delocalizzazione verso l’unità produttiva oggetto dell’investimento; non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione europea; non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà. Al fine di facilitare l’accesso alle agevolazioni di soggetti che realizzano programmi di investimento caratterizzati da comuni obiettivi di sviluppo, possono beneficiare dell’intervento le imprese, fino a un...

Leggi tutto
Result 11 - 20 of 514

  Archivio