Archivio per categoria:"News"

NUOVO BANDO INAIL – ISI 2018 ASSE 1 – PROGETTI DI INVESTIMENTO
in News
NUOVO BANDO INAIL – ISI 2018 ASSE 1 – PROGETTI DI INVESTIMENTO     FINALITA’   Incentivare le imprese a realizzare interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.   SOGGETTI BENEFICIARI         Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale, iscritte al Registro delle Imprese o Albo delle Imprese Artigiane.     SPESE AMMISSIBILI   Sono ammissibili a finanziamento:   A.      le spese di progetto(sono ammissibili solo le tipologie di intervento presenti  nell’Allegato 1 del Bando); B.      le spese tecniche e assimilabili.     REQUISITI  DEI SOGGETTI  BENEFICIARI  Al momento della domanda, i soggetti destinatari dei finanziamenti devono avere attiva, nel territorio di questa Regione, l’unità produttiva per la quale si intende realizzare il progetto. I soggetti non devono aver ottenuto provvedimento di concessione finanziamento per un precedente Bando Inail.  Devono inoltre risultare “regolari” al Durc.         FORME E INTENSITA’ DELL’AIUTO Sull’importo totale del progetto, dato dalla somma delle spese A e B, la misura del finanziamento è del 65%, con un contributo  massimo erogabile di 130.000  euro. Le spese tecniche sono finanziabili entro la percentuale massima del 5% rispetto ai costi di cui al punto A, con un importo massimo di 5.000 euro. L’importo massimo concedibile per la perizia asseverata è pari a 1.200 euro. CUMULO I finanziamenti del presente bando NON sono cumulabili con altri aiuti.     PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA   A far data dal 11 Aprile 2019 e, inderogabilmente, entro il giorno 30 Maggio 2019, la domanda dovrà essere presentata telematicamente, al fine di verificare l’ammissibilità del progetto proposto (PREVIA REGISTRAZIONE SUL PORTALE INAIL ENTRO E NON OLTRE IL 30 APRILE  2019 A CURA DEL SOGGETTO BENEFICIARIO). La domanda telematica sarà inviata seguendo la consueta procedura del “CLICK DAY”, già prevista dai precedenti Bandi ISI INAIL.

NUOVO BANDO INAIL – ISI 2018 ASSE 5 -AGRICOLTURA
in News
NUOVO BANDO INAIL – ISI 2018 ASSE 5 -AGRICOLTURA   FINALITA’   Incentivare le micro e piccole imprese,operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli,a realizzare interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.         PROGETTI FINANZIABILI (ASSE 5) Il progetto può prevedere l’acquisto al massimo di 2 beni, componibili nel modo seguente : ·         n.1 trattore agricolo  + n. 1 macchina agricola dotata o meno di motore proprio; ·         n. 1 macchina agricola  dotata di motore proprio + n. 1 macchina agricola  non dotata di motore proprio; ·         n. 2 macchine agricole  non dotate di motore proprio;   N.B. Al momento della domanda, i soggetti destinatari dei finanziamenti devono avere attiva, nel territorio di questa Regione, l’unità produttiva per la quale si intende realizzare il progetto.     SPESE AMMISSIBILI   Sono ammissibili a finanziamento : ·         le spese di acquisto di trattori agricoli  e/o di macchine agricole; ·         le spese tecniche, consistenti unicamente in quelle per la redazione della perizia asseverata.       SOGGETTI BENEFICIARI   Asse 5.1 Micro e Piccole imprese agricoleiscritte nella sezione specialedel Registro delle Imprese, qualificate come: - Impresa individuale; - Società agricola semplice;   Asse 5.2 Giovani agricoltori(meno di 40 anni). N.B. nel caso di Società Semplici, almeno i due terzi dei soci devono avere meno di 40 anni.     REQUISITI  DEI SOGGETTI  BENEFICIARI I soggetti beneficiari (compresi i giovani agricoltori) devono essere iscritti (da almeno due anni) nella sezione speciale del Registro delle Imprese della Camera di Commercio con la qualifica di imprenditore agricolo, e titolari di Partita IVA in campo agricolo. Devono inoltre risultare “regolari” al Durc.       FORME E INTENSITA’ DELL’AIUTO Sull’importo delle spese ammissibili (Iva esclusa), il contributo a fondo perduto è pari al:   ·         40%  permicro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (Asse 5.1); ·         50%per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria, al cui interno operano i giovani agricoltori (Asse 5.2)   Il progetto da finanziare deve essere...

Leggi tutto
MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – BENI STRUMENTALI – “NUOVA SABATINI”
in News
OBIETTIVI Facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese. La misura sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali. SOGGETTI BENEFICIARI Possono beneficiare dell’agevolazione le micro, piccole e medie imprese (PMI) SETTORI AMMESSI Sono ammessi tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca COSA FINANZIA I beni devono essere nuovi e riferiti alle immobilizzazioni materiali per “impianti e macchinari”, “attrezzature industriali e commerciali” e “altri beni” come software e tecnologie digitali. Non sono in ogni caso ammissibili le spese relative a terreni e fabbricati, relative a beni usati o rigenerati, nonché riferibili a “immobilizzazioni in corso e acconti”. LE AGEVOLAZIONI La Nuova Sabatini concede contributi dal Ministero a fronte di finanziamenti bancari quinquennali. L’investimento può essere interamente coperto dal finanziamento bancario (o leasing). Il finanziamento, che può essere assistito dalla garanzia del “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese” fino all’80% dell’ammontare del finanziamento stesso, deve essere: di durata non superiore a 5 anni di importo compreso tra 20.000 euro e 2 milioni di euro interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili   La misura è operativa dal 7 FEBBRAIO 2019.

DOMANDE DI AUTORIZZAZIONE PER NUOVI IMPIANTI VITICOLI Annualità 2019
in News
La superficie da destinare a nuovi impianti per la Regione Puglia è pari a 884 ettari circa. Presentazione delle domande Il periodo di riferimento per la presentazione delle domande è cosi stabilito:  dal 15 febbraio al 31 marzo di ogni anno. Criteri di priorità La Regione Puglia applica per il rilascio delle autorizzazioni per nuovi impianti relativi al 2019 i seguenti criteri di priorità: Nessun criterio di priorità Art 7bis comma 1 lettera a) (organizzazioni senza scopo di lucro che ricevono superfici confiscate) Art 7bis comma 1 lettera b)  (superfici caratterizzate da specifici vincoli naturali) Art 7bis comma 1 lettera c) (produzione biologica) Art 9bis comma 1 lettera c)          (limite massimo per domanda)   (X)   Ponderazione (da 0 ad 1) Tipologia superficie individuata 1);2);3);4);5);6) Ponderazione   (da 0 ad 1)   Ponderazione (da 0 ad 1)          Ettari (fino a 50 ettari)    0,49   0   0,51 20    Il limite massimo di richiesta per domanda è di Ha 20. Per coloro che intendano richiedere superfici per nuovi impianti avvalendosi dei criteri di priorità la domanda dovrà essere corredata dei seguenti elementi: per organizzazioni senza scopo di lucro con fini sociali che hanno ricevuto terreni confiscati per reati di terrorismo e criminalità di altro tipo dovrà essere allegata copia dell’atto di assegnazione (es. decreto, delibera, ordinanza, ecc.) alla Organizzazione senza fini di lucro richiedente, dei terreni confiscati - per reati di terrorismo e criminalità di altro tipo - per i quali è richiesta l’autorizzazione; per i richiedenti che sono già viticoltori al momento di presentare la richiesta e hanno applicato le norme relative alla produzione biologica all’intera superficie vitata delle loro aziende per almeno cinque anni prima di presentare la richiesta dovrà essere allegato il documento dell’Organismo di Certificazione del Biologico attestante tale requisito.  Criteri di ammissibilità Le richieste di autorizzazione per nuovi impianti viticoli sono considerate ammissibili se dal fascicolo aziendale del richiedente, aggiornato e validato, risulta in conduzione una superficie agricola pari o superiore a quella per la quale è richiesta l’autorizzazione. Per la verifica di...

Leggi tutto
AVVISO PUBBLICO – INTERVENTO 3.1 – INVESTIMENTI PER LO SVILUPPO DI ATTIVITÀ E SERVIZI INNOVATIVI DI VENDITA DIRETTA, TRASFORMAZIONE E GASTRONOMIA DEI PRODOTTI DELLA PESCA
in News
Il GAL Ponte Lama ha aperto i termini per la presentazione delle domande di aiuto relative all’Intervento 3.1, che nasce con la finalità di migliorare la sostenibilità, la competitività e redditività delle PMI della pesca, sostenendo gli investimenti finalizzati a sviluppare forme di filiera corta e mercati locali dei prodotti della pesca attraverso strutture e servizi che agevolino la vendita diretta, trasformazione, gastronomia dei prodotti della pesca locali. Il bando si rivolge agli Imprenditori ittici, e/o cooperative di produzione,  che praticano, in forma singola o associata, l’attività di pesca professionale. L’investimento massimo ammissibile per singolo progetto è fissato in euro 150.000,00 (centocinquanta/00). L’investimento minimo ammissibile per singolo progetto è fissato in euro 5.000,00 (cinquemila/00). L’Intervento prevede un’intensità massima dell’aiuto pubblico pari al 50% delle spese ammesse a finanziamento e, in caso di interventi connessi alla pesca costiera artigianale è pari all’80% delle spese ammesse a finanziamento. Termine ultimo di invio delle domande: 08 aprile 2019.

ISMEA – BANDO PER INTERVENTI FINANZIARI A CONDIZIONI AGEVOLATE
in News
OBIETTIVI Sostenere finanziariamente i progetti di investimento delle imprese del settore agricolo e agroalimentare   SOGGETTI BENEFICIARI Società di capitali, anche in forma cooperativa, finanziariamente sane: che operano nella produzione agricola primaria, nella trasformazione di prodotti agricoli e nella commercializzazione di prodotti agricoli; che operano nella produzione di beni prodotti nell'ambito delle relative attività agricole; partecipate almeno al 51 per cento da imprenditori agricoli, cooperative agricole a mutualità prevalente e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente, ovvero le cooperative i cui soci siano in maggioranza imprenditori agricoli, che operano nella distribuzione e nella logistica, anche su piattaforma informatica, dei prodotti agricoli compresi nell'Allegato I del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea.   INTERVENTI AMMISSIBILI Progetti di sviluppo o consolidamento nei settori della produzione agricola, della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e alimentari, nonché nella distribuzione e nella logistica, con un ammontare di spese ammissibili compreso tra 2 milioni e 20 milioni di euro, riguardanti in particolare: investimenti in attivi materiali e attivi immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria; investimenti per la trasformazione di prodotti agricoli e per la commercializzazione di prodotti agricoli; investimenti concernenti beni prodotti nell'ambito delle relative attività agricole, individuati ai sensi dell'art. 32, comma 2, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917; investimenti per la distribuzione e la logistica, anche su piattaforma informatica, di prodotti agricoli compresi nell'allegato I del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea.   TIPOLOGIA ED ENTITA’ DELLE AGEVOLAZIONI a tasso di interesse agevolato (pari al 30% del tasso di mercato e comunque non inferiore allo 0,50%); di durata massima di quindici anni, di cui fino a un massimo di 5 anni di preammortamento e fino a un massimo di 10 anni di ammortamento, con rate semestrali posticipate a capitale costante; di importo fino al 100% per cento...

Leggi tutto
POR PUGLIA FESR-FSE 2014-2020 – ASSE IV – AZIONE 4.4 AVVISO PER LA SELEZIONE DI INTERVENTI FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE DI RETI PERCORSI CICLABILI E/O CICLOPEDONALI IN AREE URBANE E SUB-URBANE ATTO: D.D. SEZIONE MOBILITA’ SOSTENIBILE E VIGILANZA DEL TPL N. 65 DEL 14/12/2018 – BURP N. 5 DEL 17/01/19
in News
SCADENZA: 31 MAGGIO 2019 ORE 13,00. FINALITA’: Sviluppo ecocompatibile del territorio pugliese attraverso l’integrazione e l’interconnessione delle reti infrastrutturali a supporto delle altre modalità di trasporto e favorire interventi per la realizzazione di reti di percorsi ciclabili e/o ciclopedonali nelle aree urbane e sub-urbane, ivi comprese frazioni e marine, al fine di garantire l’implementazione della rete di livello locale, agevolandone contestualmente la connessione con la rete di scala regionale/nazionale attraverso il collegamento con i punti di connessione del sistema della mobilità collettiva. BENEFICIARI: Comuni della Regione puglia: In forma singola per la realizzazione di percorsi in ambito comunale; In forma associata per la realizzazione di una rete di percorsi finalizzata alla connessione intercomunale di territori contermini;   STRUMENTO DELLA PIANIFICAZIONE: Premesso che è possibile candidare un’unica proposta progettuale riguardante un’unica rete di percorsi, gli interventi devono essere inclusi all’interno di uno strumento di pianificazione della mobilità delle aree urbane vigente quali: PUT, PUM, PUMS, PUP, PCME, BICIPLAN, PAES, PAESC e fornire evidenza della partecipazione e coinvolgimento del PES come da protocollo fra ANCI Puglia e PES Puglia del 22/10/2015.   RISORSE ECONOMICHE: € 13.500.000,00.   CONTRIBUTO A COPERTURA TOTALE DELLE SPESE AMMISSIBILI: Per progetti in ambito comunale max € 800.000,00; Per progetti in ambito intercomunale max € 1.500.000,00:                    

ISMEA – ACQUISTO TERRENI DA PARTE DI GIOVANI – BANDO 2019
in News
Requisiti al momento della presentazione della domanda Persona fisica età compresa tra i 18 anni compiuti e i 41 non ancora compiuti; non essere già insediato in agricoltura. Società Agricola titolare di partita iva ma non iscritta all’INPS; avere una maggioranza assoluta, numerica e di quote di partecipazione di soci di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non compiuti; essere amministrata da un soggetto non insediato in agricoltura di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non compiuti. N.B. Non è già insediato in agricoltura un giovane che non è mai stato iscritto al regime previdenziale agricolo come coltivatore diretto o come IAP.       Interventi ammissibili Acquisto di terreni agricoli. N.B  -  Ѐ escluso l’ acquisto da coniuge, anche separato, parenti ed affini entro il primo grado. - Ѐ escluso l’acquisto di terreni risultino trascritti pignoramenti immobiliari, ovvero iscritte ipoteche giudiziarie o atti di sequestro. - Ѐ escluso l’acquisto di terreni non in grado di garantire la sostenibilità finanziaria dell’iniziativa. Investimento minimo e massimo Minimo: euro 250.000,00. Massimo: non definito. N.B.         L’investimento minimo si riduce a € 100.000,00 solo per i soggetti che si impegnano a condurre in affitto un’azienda agricola e vogliono operare un “ampliamento” della stessa attraverso l'acquisto con ISMEA. Agevolazione prevista Mutuo a tasso agevolato. Durata: da 15 a 30 anni. Tasso fisso: 1-1,5 % circa. Garanzie richieste Per investimenti compresi fra euro 250.000,00 e euro 2.000.000,00 ― nessuna garanzia. Per investimenti superiori a euro 2.000.000,00 ― ISMEA acquisisce ipoteca sui terreni oggetto di acquisto. Per investimenti di “ampliamento” ― ISMEA acquisisce ipoteca sui terreni oggetto di acquisto.       Modalità di presentazione della domanda Sarà possibile presentare Domanda unicamente attraverso il portale dedicato a seguito della pubblicazione del Bando Pubblico “a sportello” prevista per  febbraio 2019. Considerato il decisivo rilievo attribuito all’ordine cronologico di presentazione delle domande ai fini della formazione della graduatoria e della ammissione alle agevolazioni, è fondamentale predisporre tutta la documentazione tecnica IN ANTICIPO rispetto all'apertura del port

Sottomisura 8.2 “Investimenti nello sviluppo delle Aree forestali e nel miglioramento della reddittività delle foreste” – REGIONE PUGLIA
in News
  TITOLO Sottomisura 8.2 “Investimenti nello sviluppo delle Aree forestali e nel miglioramento della reddittività delle foreste” SOGGETTI BENEFICIARI Tipologie di beneficiario: ·         Proprietari e Possessori terrieri pubblici e privati; Consorzi dei proprietari terrieri pubblici e privati   LOCALIZZAZIONE Tutto il territorio regionale. Esclusivamente su terreni agricoli, destinati ordinariamente a coltivazioni agricole   TIPOLOGIA DEGLI INTERVENTI AMMISSIBILI ·         Piantagioni lineari (siepi, alberature, fasce boschive e frangivento) ·         Impianto di una o più specie arboree e arbustive autoctone a ciclo medio lungo (minimo 50 piante – massimo 250 piante forestali ad ha) o       A sesto di impianto regolare o       A sesto di impianto sparso L’impianto dovrà essere accompagnata dalla messa a dimora di specie arboree/arbustive come varietà antiche di frutti o frutti minori.   ENTITÁ DEL CONTRIBUTO PUBBLICO E COSTI AMMISSIBILI ·         Costi di impianto e materiale di propagazione per un massimo di 2.750,00 euro ad ha; ·         Premio annuale per la manutenzione per un periodo di 5 anni per un massimo di 1.200,00 euro ad ha; Aliquota di aiuto a fondo perduto: 80% E’ fissato, per singolo progetto e per singola Dds, un limite massimo di investimento pari a Euro 100.000,00 complessivo, compreso le Spese generali REQUISITI DI AMMISSIBILITÁ ·         Legittima conduzione delle superfici di intervento; ·         In caso di superfici boscate accorpate maggiori di 50 ha ante intervento, obbligo di possesso di un Piano di Gestione forestale o strumento equivalente; ·         Impiego delle specie autoctone elencate nell’Allegato;

Misura 3.2 “Sostegno per attività di informazione e promozione svolte da associazioni di Produttori nel mercato interno”
in News
  SOGGETTI BENEFICIARI   I beneficiari sono le Associazioni di produttori, che riuniscono operatori attivi in uno o più regimi di Qualità, costituite in qualsiasi forma giuridica, comprendenti anche l’industria; le suddette associazioni di produttori svolgono attività inerenti la produzione di prodotti rientranti in uno dei regimi di qualità. L’Associazione Temporanee di impresa di produttori deve essere  legalmente costituite ed devono essere composte da almeno 9 imprese che partecipano attivamente ad uno dei sistemi di qualità.   ATTIVITA’ AMMISSIBILI Le spese ammissibili con riferimento alle singole tipologie di attività sono: ·         Spese per la fornitura di beni e servizi necessari alla realizzazione delle attività di informazione e promozione(progettazione iniziative di comunicazione, elaborazione tecnica e grafica, ideazione testi, realizzazione siti Web; acquisti spazi pubblicitari su riviste e carta stampata; realizzazione cartellonistica; acquisto spazi e servizi a carattere radiotelevisivo; realizzazione di sistemi audiovisivi di promozione (esclusivamente per progetti di informazione e promozione relativi al Sistema di Qualità Regionale “Prodotti di Qualità Puglia”) ·         Spese per la realizzazione di campagne promozionali e incontri con operatori: (tutti i costi per i servizi necessari per la realizzazione di campagne promozionali, incluse quelle presso i punti vendita e GDO), incontri e workshop con operatori, ad eccezione dei costi interni di personale ed organizzativi); viaggio, vitto e alloggio, strettamente connessi all’attività. Spese connesse alla partecipazione a manifestazioni, fiere ed eventi: (quota di iscrizione alla manifestazione, allestimento e noleggio spazio espositivo dell’area espositiva, personale di supporto, viaggio vitto, alloggio, trasporto ed assicurazione dei prodotti e materiali. INTENSITÀ D’AIUTO La misura prevede la concessione di un contributo in conto capitale, nella misura massima del 70%, della spesa ammessa.   DURATA DEL PRGRAMMA Tutte le attività di informazione ammesse ai benefici devono avere inizio successivamente alla data di rilascio della domanda Sian e devono concludersi entro e non oltre il 31/12/2019 SCADENZA Il termine iniziale per l’accesso al portale Sian è fissato al 07/01/2019 mentre...

Leggi tutto
Result 31 - 40 of 450

  Archivio